Contenuto riservato agli abbonati

Un compleanno senza la festa, Montecatini dovrà attendere

Il sindaco Baroncini festeggia il “compleanno di Montecatini” nel 2019

Ricorrono i 116 anni dalla “nascita” della città, ma non ci saranno eventi. Il sindaco: «Troppe incertezze per la pandemia, non era possibile organizzarli» 

MONTECATINI. E se il compleanno non si può ancora festeggiare, pazienza. Sarà più bello il prossimo anno. Questa la linea del sindaco Luca Baroncini e della giunta in relazione alla polemica spuntata sul mancato festeggiamento della “nascita” di Montecatini, diventata negli anni passati una specie di appuntamento tradizionale.

Montecatini Terme come città è ufficialmente nata il 29 giugno del 1905. Quest'anno sta per compiere 116 anni. Ma non ci sarà, appunto, nessun festeggiamento. La pandemia non è finita e non c'è ancora il “liberi tutti”. Il sindaco Baroncini comunque ci tiene a rassicurare i suoi cittadini. «Quest'anno non è stato possibile organizzare il compleanno di Montecatini – spiega il primo cittadino – dal momento che sarebbe stata necessaria una programmazione fatta diversi mesi prima».


«Già nel 2020 fu rimandato a causa del Covid – prosegue il sindaco – A febbraio-marzo, con l'emergenza sanitaria in corso, non era possibile pensare a organizzare manifestazioni per questa data. Non avevamo la minima idea di quali sarebbero state le nuove normative. Non sapevamo neppure se il coprifuoco sarebbe terminato o meno. Di conseguenza anche per il 2021 abbiamo deciso di non farlo , data l'impossibilità di prevedere le tempistiche del cambiamento delle regole, del ritorno alla libertà e a un minimo di normalità».

Se c'è un caso in cui si deve rispettare una data certa questo è senza dubbio il caso di un compleanno. «Ovviamente la data è quella – aggiunge Baroncini – non si può spostare. Così è stato naturale prendere la decisione di non organizzarlo nella consueta forma del passato, anche per evitare il più possibile assembramenti . Si tratta di una parentesi. Nei mesi successivi sono stati moltiplicati altri eventi che sono di intrattenimento per i cittadini e i turisti. Per consentire anche ai commercianti del centro di lavorare».

Ma il Comune, ribadisce Baroncini, non ha dimenticato il centro cittadino: «Per valorizzare ancora di più la piazza del Popolo, proprio in questi ultimi giorni abbiamo organizzato dei concerti, non appena siamo stati consapevoli della loro fattibiulità con le nuove regole e della sicurezza anche da un punto di vista sanitario. Era determinante poter svolgere questi eventi secondo le normative che adesso ci sono chiare. Il compleanno di Montecatini non si poteva organizzare all'ultimo minuto». Il sindaco conclude guardando al futuro: «E' comunque intenzione dell'amministrazione organizzare un appuntamento tipo “Notte bianca”, chiamiamola così, che poi negli ultimi anni con la “gestione Bellandi” coincideva con il brand ' “Compleanno di Montecatini”. Al di là di come vogliamo chiamarlo, è un tipo di serata che riprenderemo in considerazione quando ci sarà possibile, speriamo proprio dal prossimo anno. Certamente faremo riferimento in maniera simbolica alla data del compleanno, la festa invece la rimanderemo al prossimo anno. Ma non c'è alcuna scelta politica di non fare più il “compleanno della città"». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA