Grave ragazzina di 12 anni investita da un’auto

L'auto investitrice sottopsta ai rilievi della polizia municipale (Foto Nucci)

L’incidente dopo le 17,30 in via Biscolla a Massa e Cozzile. È stata trasferita con l’elisoccorso Pegaso all’ospedale Meyer in codice rosso

MASSA COZZILE. Sembra che stesse camminando sul marciapiede insieme ad altri amici e amiche quando, all’improvviso, avrebbe tentato di attraversare la strada. Oppure è semplicemente scivolata sul manto stradale. A cercare di ricostruire con esattezza la dinamica del grave incidente ci penserà la Polizia municipale, intervenuta per i rilievi. Quello che importa, ora, è che una ragazzina di 12 anni è ricoverata all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze per le lesioni riportate nell’impatto con una macchina che procedeva lungo via Biscolla, in direzione di Montecatini.

Sono stati minuti di paura quelli vissuti ieri nella frazione di Massa e Cozzile. La bambina distesa per terra, con i passanti che cercavano di portarle un po’ di conforto con un parasole mentre, immobile sull’asfalto, attendeva l’arrivo dell’ambulanza, allertata poco dopo le 17,30 di giovedì 17 giugno dalla centrale del 118. Insieme al Soccorso pubblico di Montecatini è arrivata anche l’automedica dell’Asl.


La ragazzina si lamentava, e dunque era vigile. I sanitari hanno cercato di stabilizzarla mentre attendevano l’arrivo dell’elisoccorso Pegaso, il cui intervento era stato richiesto per trasferire la giovanissima paziente politraumatizzata con urgenza al Meyer. L’elicottero è riuscito ad atterrare in uno spiazzo vicino e la ferita ha potuto essere issata a bordo dall’equipaggio dell’ambulanza.

Intanto in via Biscolla era intervenuta una pattuglia della Polizia municipale, con personale di Massa Cozzile e Ponte Buggianese, per ricostruire la dinamica. Secondo le prime, sommarie indicazioni la bambina, che abita in zona, stava camminando in direzione di Montecatini quando, in prossimità dell’incrocio con le vie Parlanti (a destra) e Cimabue (a sinistra), non si sa come ma è finita in strada. Mente nella stessa direzione proveniva una Renault, condotta da un uomo, che l’ha investita. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA