Maneggia un petardo che gli esplode in mano

Giovane ricoverato in codice rosso all’ospedale di Pistoia. L’infortunio a Montecatini durante i festeggiamenti dei tifosi dell’Inter

MONTECATINI. Hanno dovuto attendere undici lunghi anni da quel 2010 in cui i nerazzurri centrarono un fantastico “triplete”, ma finalmente ieri l’Inter si è matematicamente classificata campione d’Italia, aggiudicandosi lo scudetto numero 19. E così la gioia dei tifosi è esplosa.

Ma per qualcuno l’esplosione c’è stata sul serio, nel senso che uno degli interisti che in corso Matteotti stavano festeggiando la vittoria, maneggiando forse un grosso petardo, è rimasto ferito a una mano da un botto. E ora rischia di perdere un dito.


È accaduto intorno alle 18,30 di domenics 3 maggio. Nel corso principale, dopo l’allarme, è arrivato il personale dell’automedica di Montecatini, che dopo le prime cure ha affidato il ferito, un giovane di 28 anni, all’equipaggio di un’ambulanza della Misericordia di Montecatini per il trasporto in codice rosso all’ospedale San Jacopo di Pistoia. Per gli accertamenti è intervenuta invece una volante del Commissariato, incaricata di ricostruire la dinamica dell’incidente.

Intanto i festeggiamenti dei tifosi in centro proseguivano, con lunghe colonne di auto con bandieroni nerazzurri issati fuori dai finestrini che erano state incanalate lungo via Toti e via Manin, in quanto domenica la parte più centrale di corso Matteotti era interdetta al traffico per il ritorno in funzione della Ztl. E così non è stato possibile raggiungere la piazza del Popolo, il luogo preferito per le feste dei montecatinesi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA