Nuova giunta, niente sorprese: alla Greco turismo e sport

Francesca Greco, neo assessora al Turismo

La vicesindaca di Montecatini cede a Corrieri l’edilizia privata. Baldecchi tutelerà gli animali. La neo assessora Federica Rastelli curerà invece la scuola, il sociale e l’Urp

Simona Peselli

MONTECATINI. Presentazione, ieri, dei nuovo assessori con riassetto di alcune deleghe. Come già avevamo scritto il turismo, lo sport e gli eventi vanno alla vicesindaca Francesca Greco; e sociale, scuola e Urp a Federica Rastelli. Inoltre, Emiliano Corrieri prende l’edilizia privata e alla consigliera Rubina Baldecchi vanno le deleghe per tutela e benessere degli animali.


Mentre il sindaco Luca Baroncini, come coordinatore nazionale Anci giovani, lavora affinché nei Comuni come Montecatini si possa aumentare il numero degli assessori fino ad otto, per ora si accontenta dei cinque a disposizione. E dopo le dimissioni di Federica Pinochi in seguito al passaggio nella minoranza del gruppo dei Bagnaioli, si concentra sulla sua nuova giunta.

«Le mie priorità– spiega Baroncini – sono tre. Protezione civile, fondamentale in questo momento storico di guerra con una città sotto sforzo e che va protetta. Politiche sociali, perché ci sono difficoltà e un tessuto sociale devastato con nuovi poveri e imprenditori che chiudono. è un momento storico in cui i cittadini vanno difesi, Corrieri fino ad ora ha fatto un buon lavoro ma ha troppe deleghe e serve una figura dedicata. Al terzo punto c’è la necessità del rilancio del turismo, bisogna farsi ritrovare pronti alla ripartenza».

La necessità di un assessore al turismo. «Bisogna sviluppare politiche turistiche – dice Baroncini – per farlo non serve necessariamente un tecnico, altrimenti per esempio per la scuola ci vorrebbe un maestro e il sindaco dovrebbe essere un tuttologo. Bisogna piuttosto concentrarsi su cosa serve l’assessore al turismo. In campagna elettorale le categorie e gli imprenditori mi chiesero di impiegare la tassa di soggiorno e fare un programma biennale, se non triennale, degli eventi. È necessario essere tutti coinvolti come fossimo un uomo solo. Adesso l’assessorato deve essere la città intera».

Un comitato tecnico, o tavolo del turismo per condividere con gli amministratori obiettivi come ripresa e sviluppo del turismo a Montecatini. «Sinergia e progettazione – aggiunge Baroncini – un dialogo costante con quelli che sono coinvolti, gruppi di lavoro. Un rappresentante di ogni associazione di categoria. La tassa di soggiorno a disposizione e la presentazione del programma triennale. Poi figure competenti, anche non politiche. Tecnici con rapporti con gli aeroporti, esperti termali, un medico per la riabilitazione post covid, esperti per eventi sportivi e figure culturali. Ci vuole sinergia con tutta la città, per questo ho scelto Francesca Greco, un imprenditrice capace e entusiasta».

Per lei Turismo, eventi e sport e ancora le attività produttive. A Corrieri, come detto, in cambio dello sport la Greco cede l’edilizia privata.

«Destinazione nazionale e internazionale, turismo sportivo, delle famiglie e welness. Non faccio promesse miracolanti, sono una donna concreta – commenta la vicesindaco –. Fra i primi impegni, carta di affetto e vicinanza alla famiglia di Sirio Maccioni e rapporti con il professor Gintsburg».

Traguardo meritato sul campo per Rastelli. «Al sociale ho voluto Federica perché come consigliera ha dimostrato grande attaccamento e capacità anche nel campo della scuola», spiega Baroncini.—

© RIPRODUZIONE RISERVATA