Sesana, le corse in notturna inizieranno il 12 giugno

Montecatini: apertura in ritardo della stagione che sarà comunque di 32 giornate


MONTECATINI. È stata una Pasqua di malinconia per i tanti appassionati ippici del nostro territorio. Per anni, infatti, questi erano giorni di corse, di riapertura dell’impianto montecatinese, del via alla nuova stagione di trotto. Ma non in tempi di pandemia. Così, dopo essere “saltata” nel 2020, la Pasqua (o la Pasquetta) all’ippodromo ha dovuto mettersi da parte anche quest’anno. Ma le cattive notizie potrebbero fermarsi qui. È stata infatti fissata per il pomeriggio di sabato 1° maggio l’apertura della 106ª stagione all’ippodromo Snai Sesana.

Una stagione che ci si augura possa essere vissuta appieno anche dal pubblico e dai residenti della Valdinievole, viste le problematiche in tema di emergenza sanitaria che stanno attanagliando la Toscana e tutta l’Italia.

Il Sesana prevede un calendario di corse strutturato su 32 giornate, nel periodo che va dal 1° maggio al 4 settembre. Le riunioni in notturna inizieranno sabato 12 giugno e si protrarranno fino alla fine della stagione.

Si correrà ogni sabato di maggio; il giovedì e il sabato a giugno e a luglio; tutti i giovedì e l’ultimo sabato di agosto; chiusura, come detto, giovedì 4 settembre.

Clou dell’estate all’impianto del trotto montecatinese sono gli appuntamenti con il Gran Premio Società Terme – Memorial Vivaldo Baldi (programmato per il 24 luglio) e poi il trittico di agosto composto dalle Pariglie e il trotto montato (7 agosto), il Gran Premio Città di Montecatini (15 agosto) e il Nello Bellei (21 agosto).

La business unit Ippodromi Snai – si legge in una nota – sta cercando di «allestire anche un calendario eventi, Covid19 permettendo, in modo da ospitare gli eventi culturali, promozionali e ludici grazie alla collaborazione di associazioni e società sportive locali, tutte volte alla partecipazione della cittadinanza e, in particolar modo, delle famiglie e dei bambini».

E sarà anche una stagione “particolare” per tanti aspetti. Per prima cosa sarà quella che potrebbe (tutti lo speriamo) accompagnarci verso la definitiva uscita dalla pandemia. Poi, sotto l’aspetto meramente sportivo, il pubblico aspetta di tornare a vedere all’opera un campioncino di “casa”, quello Zacon Giò che compirà 6 anni il prossimo 25 aprile e che – oltre ai tanti altri riconoscimenti ottenuti anche all’estero – tutti ricordiamo come “splendido” secondo al Gran Premio di Ferragosto dello scorso anno (con Roberto Vecchione in sediolo), dietro Vernissage Grif . Gran Premio che il suo allenatore Holger Ehlert ha già messo nel mirino, come ha detto nei giorni scorsi anche al Tirreno.

Infine l’attesa è per un altro “eroe” targato Montecatini, quell’Enrico Bellei che poche settimane fa ha tagliato il traguardo delle 10mila vittorie in carriera. Un record stabilito sulla pista delle Capannelle, ma – c’è da esserne certi – anche il “suo” Sesana gli tributerà i giusti onori. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA