Multe per 3.600 euro a un bar con due clienti e a un parrucchiere

Controlli anti covid nel comune di Pieve a Nievole

PIEVE A NIEVOLE. In queste ore, nel territorio di Pieve a Nievole, complessivamente sono state elevate sanzioni per 3.600 euro e controllati diversi esercizi commerciali, bar e parrucchieri in modo particolare.

Un’azione nata da diverse segnalazioni, soprattutto relative a un bar, i cui titolari si sono resi responsabili di reiterate violazioni alle norme anti-covid. Nel corso dei controlli, nella mattinata di venerdì 26 febbraio, gli agenti della polizia municipale di Pieve a Nievole, coordinati dal comandante Andrea Simoni(nella foto) hanno trovato due persone intente a consumare bevande e cibo, di cui una proveniente da fuori comune. A loro e al titolare sono state contestate le relative violazioni, per un totale di 2.000 euro di contravvenzione.


Altri quattro verbali, per un totale di altri 1.600 euro, sono stati elevati nella mattinata di sabato 27 a carico di parrucchieri che, contravvenendo alle norme in caso di zona rossa, stavano servendo persone provenienti da un altro comune.

«Le precedenti sanzioni sull’inosservanza di norme anti-covid risalgono alla fine di ottobre, anche perché abbiamo sempre cercato il dialogo e la persuasione rispetto all’applicazione severa delle norme– dice il sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti – ma ora, con l’arrivo di una nuova zona rossa e di tante preoccupazioni per un ulteriore incremento del contagio, dobbiamo dare un giro di vite. Invitiamo pertanto tutti a rispettare le norme, atteggiamento più che mai necessario in questo momento».

Insieme a queste situazioni di controllo, l’amministrazione comunale di Pieve a Nievole evidenzia alcune disposizioni per la zona rossa. «Cogliamo l’occasione per ricordare le varie indicazioni – conclude Gilda Diolaiuti – ad esempio che per le scuole rimane in presenza l’attività fino alle medie comprese, che il cimitero rimarrà aperto con i consueti orari. Mentre gli uffici comunali opereranno senza riduzione nei servizi, ma solo su appuntamento, per il ricevimento di cittadini, solamente in casi necessari, chiamando il numero 0572 956324 e gli altri numeri che sono specificati sul sito municipale. Per i negozi sono sospesi i servizi di ristorazione al banco, ma è consentito solo l’asporto. Continuerà il mercato della terra il mercoledì e comunque, anche sulla mia pagina Facebook, sono presenti orari e numeri ulteriori. Rimaniamo a disposizione dei cittadini, ma senza incontri in presenza, come prescrivono le norme in vigore». —