«Le consegne a casa? Le facciamo noi direttamente»

Valeria Innocenti della Mandragola con il fratello Giovanni

Nasce su Facebook un gruppo di negozianti montecatinesi intenzionato a sfidare le multinazionali del trasporto con le loro commissioni del 35 per cento 

Giovanna La Porta

MONTECATINI. Il gruppo Facebook si è battezzato “Montecatini che si aiuta – Consegniamo a domicilio”. Conta 2.500 membri ed è nato da un’idea di Valeria Innocenti, direttrice dell’omonimo hotel di famiglia in pieno centro a Montecatini. Ha come scopo quello di non arrendersi alle multinazionali che gestiscono il servizio a casa sia per la ristorazione che per altri settori commerciali.


Il ristorante del suo hotel si chiama La Mandragola. Molto attivo sui social, è conosciuto anche per le ottime “pinse”. Insieme a Valeria, ci sono i fratelli Luca (lo chef) e Giovanni. «Inoltre – racconta l’imprenditrice – abbiamo mamma Sonia che sopporta tutti noi.

Valeria, sul proprio profilo, ha lanciato un appello: «Sapete come funzionano le famose piattaforme di food delivery? Si fanno pagare commissioni elevate che andranno a incrementare le multinazionali di cui fanno parte (e che non hanno sede in Italia). Lavorano sulla nostra pelle e per questo invito tutti i colleghi ad organizzarsi da soli. E prego i consumatori di ordinare direttamente».

Con questa motivazione, a suo tempo, l’albergatrice aveva deciso di avviare un servizio più semplice e meno esoso per le tasche dei potenziali clienti, coinvolgendo altri colleghi. «Lo scoglio più difficile – ricorda – fu la lettera “i” da inserire nel verbo consegniamo. Scherzi a parte, agli inizi di marzo 2020 era evidente che qualcosa di enorme stava per travolgerci. Come albergo avevamo poche possibilità di reagire ma come ristorante, aperto all’esterno, capimmo che avremmo potuto accettare gli ordini da portare nelle case. Contattai alcune delle più note piattaforme di delivery. Fui richiamata giorni dopo. All’altro capo del telefono una voce femminile iniziò a sciorinarmi tariffe e condizioni. Se avessero provveduto loro alla consegna, la percentuale sarebbe stata del 30% il primo mese e poi del 35%. Eh mica poco, pensai. Espressi il mio pensiero aggiungendo che noi, i prezzi, li avevamo abbassati per non gravare troppo sui clienti. La risposta mi gelò: “Lei ha fatto male, occorreva piuttosto aumentarli”. Evitando parolacce, risposi: “Il mondo andrà sempre peggio se, davanti a una tragedia come quella del Covid, si reagisce così”. Il gruppo è nato il 13 marzo. Lavoriamo tuttora, tassativamente, senza intermediari».

Le prime attività che ci hanno creduto sono state ZerododiciZerotondo Benetton Montecatini, Gelateria Super Crema, Edicola Jake, il chiosco di via Mascagni, Ottica La Perla Montecatini, Pescheria Rosellini, Ristorante La Mandragola. Poi ne arrivarono tante altre. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con i volontari dell’associazione gli #AngeliMct. «Sandro Sansone ha preso in mano le redini del gruppo egregiamente – spiega Valeria – qualcuno, poi, ha proseguito individualmente ma resta la forza della squadra. In una barca alla deriva ci si salva se si rema in tanti». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA