Contenuto riservato agli abbonati

Dpiù investe in Toscana: verso altri 7 nuovi punti vendita in provincia di Pistoia

La catena di supermercati lancia la sua “campagna Toscana” e tra le prime location sulle quali ha messo gli occhi troviamo un fondo a Montecatini

MONTECATINI. Un piano di aperture a tappeto in tutta la regione, con ben sette nuovi punti vendita (per un totale di 51) da distribuire nel nostro territorio provinciale. La catena di supermercati “Dpiù” lancia la sua “campagna Toscana” e tra le prime location sulle quali ha messo gli occhi troviamo un fondo che a Montecatini ha chiuso i battenti da poche settimane e che, qualora l’affare andasse in porto, farebbe certo la felicità di tante famiglie del “sottoverga”.

L’immobile, situato in via Cairoli, di fronte alla sede della Misericordia (e a due passi da via Marruota) è stato negli anni prima un negozio della catena Standa e poi, nell’ordine: Despar, Panorama, Sigma e - infine - Ecu. Quest’ultimo, brand che da 1992 rappresenta il discount in Emilia Romagna, Veneto e Piemonte del gruppo Realco (che controlla anche i supermercati a marchio Sigma), aveva riaperto al pubblico nel marzo del 2017 dopo quasi un anno di inattività. Dopo oltre tre anni e mezzo il supermercato ha cessato le vendite, prima affiggendo sulle porte esterne dei cartelli sui quali si faceva riferimento a inventari di fine anno e non ben precisate “ristrutturazioni” interne; poi con una ben più perentoria scritta “chiusura definitiva”.


Un brutto colpo, quindi, per una zona sud da tempo alle prese con una crisi d’identità e che la perdita di un punto vendita (l’unico di media superficie assieme alla Conad di via Bassi) non avrebbe certo che acuito. Ma forse, come detto, non tutto è perduto.

Da qualche tempo, infatti, l’albergatore Moreno Mencarelli collabora con un’agenzia immobiliare di Lucca, che a sua volta è stata incaricata dal gruppo Dpiù (azienda veneta nata nel 1992 e che conta oggi oltre 300 punti vendita in Italia) di trovare fondi adatti ad accogliere supermercati di piccola e media dimensione (con una superficie di vendita non superiore ai 1.500 mq). A fare il lavoro “sul campo” sarà appunto Mencarelli, anche grazie all’esperienza maturata ai tempi in cui è stato assessore al commercio.

«Periodicamente – dice l’albergatore – mi incontro con il cda della società per fare un report del lavoro svolto. Confermo che Montecatini è un obiettivo importante e, quando ho saputo che il supermercato Ecu aveva chiuso, mi sono subito attivato. L’azienda come strategia di marketing ha scelto di investire in Toscana che, dopo aver svolto indagini di mercato, ritiene una regione molto appetibile per il proprio marchio».

Il piano è di aprire nei prossimi due-tre anni sette nuovi punti vendita in provincia di Pistoia (al momento ce ne sono due, in via Camporcioni a Ponte Buggianese e a San Marcello): oltre a quello di Montecatini, supermercati Dpiù dovrebbero aprire a Pistoia (zona Le Fornaci-Bonelle), Pescia (oppure Buggiano, dato che è stato visionato anche un capannone a Pittini), Montale, Ponte Buggianese (oltre a quello già attivo), Lamporecchio e Larciano. Con innegabili positive ricadute anche in termini occupazionali. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA