Fiumi e canali ingrossati ma è ancora allerta ordinaria

CHIESINA UZZANESE. Da giorni gli occhi di tutti sono puntati al cielo, da dove scende quasi ininterrottamente la pioggia. Spesso anche a rovesci. Con il risultato di gonfiare corsi d’acqua e canali artificiali della Valdinievole.

La foto che pubblichiamo a fianco è stata scattata ieri, primo giorno dell’anno, in località Colmate, zona Padule di Fucecchio. Il livello dei canali è quasi “a pelo” con il limite degli argini. E minaccia di invadere la strada che scorre accanto. A ieri però, per fortuna, non sono stati segnalati allagamenti o danni causati dai temporali, ma va da sé che in questa situazione l’attenzione alle previsioni meteo è molto alta, soprattutto da parte di chi è chiamato poi a intervenire nel caso succeda il peggio: la Protezione civile.


«Attualmente è tutto sotto controllo – rispondono dalla sede di Chiesina Uzzanese, una di quelle più vicine alla zona in questione – sembra che i vigili del fuoco oggi (ieri per chi legge, ndr) siano molto impegnati su in montagna, tra San Marcello e l’Abetone, soprattutto a causa della neve».

«Anche per la giornata di sabato 2 gennaio – proseguono – c’è l’allerta ordinaria per rischio idrogeologico. Si spera che la situazione non si aggravi, perché basta guardarsi intorno per constatare che i terreni sono saturi d’acqua. Il pericolo per la montagna sono le frane, ma è anche possibile che i corsi d’acqua si ingrossino portando problemi qui a valle. Come ho detto, però, finora è tutto sotto controllo».

E le varie squadre della Protezione civile continuano a monitorare i potenziali punti a rischio della Valdinievole per assicurarsi che lo scorrere dei corsi d’acqua resti regolare. Ma restano vigili, anche perché le previsioni meteorologiche continuano a “mettere pioggia” per tutta la settimana. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA