Stelle di Natale negli ospedali e ai fedeli in chiesa per la vigilia



Un piccolo gesto per dire grazie a medici, infermieri e operatori sociosanitari. Che, da mesi, stanno combattendo in prima linea la battaglia più difficile di tutte. Così la Protezione civile di Chiesina Uzzanese ha accettato il dono della Flora Toscana di Pescia e della floricultura Tomei di Torre del Lago, in provincia di Lucca. Quasi 200 Stelle di Natale sono state infatti consegnate a cinque ospedali toscani, tra cui il Cosma e Damiano di Pescia e il San Jacopo di Pistoia.


«Non vogliamo sminuire l’operato di chi non lavori in reparti Covid – spiega il presidente Ivano Lucchesi – ma abbiamo voluto dimostrare la nostra gratitudine verso chi sta lottando al nostro fianco contro un virus ancora molto temibile. Così abbiamo caricato le piante sui nostri mezzi e le abbiamo donate. Leggere la soddisfazione negli occhi del personale medico ci ha riempito il cuore di gioia, oltre che di orgoglio. Siamo lontani fisicamente, è vero. Ma i modi per far sentire agli altri che siamo loro vicini ci sono, e noi cerchiamo di non sottrarci mai ai mille volti che la solidarietà può assumere».

Ma non solo: l’associazione, da sempre vicina alla comunità di Chiesina Uzzanese, ha voluto fare un dono anche ai suoi concittadini.

«Questo è un momento difficile per tutti, fiaccati da un’emergenza sanitaria che va avanti da mesi, purtroppo. Siamo tutti più tristi e spaventati da quello che succederà nel prossimo futuro. Perché la luce in fondo al tunnel ancora non si vede – conclude Lucchesi – ed è per questo che la sera della vigilia di Natale abbiamo voluto far capire ai nostri concittadini che ci siamo. E, allora, abbiamo donato altre 200 piante ai fedeli che si erano prenotati per la messa di Natale: 170 vasi a Chiesina Uzzanese e una trentina a Chiesanuova. Lo abbiamo fatto nel rispetto delle disposizioni anticontagio, però volevamo esserci, anche in quel momento. Noi siamo sempre qui, al fianco di chiunque abbia bisogno del nostro sostegno. Non solo da un punto di vista economico, ma anche umano». —