Il primario di Oncologia entra nel comitato di Europa Donna

La dottoressa Ilaria Pazzagli

La dottoressa Ilaria Pazzagli dirige il reparto del Cosma e Damiano di Pescia. Farà parte di uno staff disciplinare che comprende 22 specialisti da 10 regioni

PESCIA. C’è anche Ilaria Pazzagli, primario di Oncologia all’ospedale Cosma e Damiano di Pescia, nel nuovo comitato tecnico-scientifico che accompagnerà Europa Donna Italia nel prossimo triennio. Si tratta di un’associazione di promozione sociale nata nel 1994 a Milano da un’idea di Umberto Veronesi e per iniziativa della European School of Oncology, il cui obiettivo è rispondere alle esigenze delle donne con tumore al seno, proponendosi come il principale movimento di opinione sul tema.

Il comitato è operativo: coordinato dal chirurgo senologo Corrado Tinterri, confermato all’unanimità nell’incarico per il quarto mandato. Il Comitato, si è riunito martedì scorso in teleconferenza per la prima volta. È composto da 22 specialisti – 12 donne e 10 uomini – provenienti da dieci Regioni. Ben 9 tra le strutture di appartenenza degli specialisti: Irccs – Istituti di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico – e 5 Breast Unit (unità del seno) dotate di certificazione europea Eusoma. A salvaguardia della multidisciplinarietà, pilastro di un efficace percorso di diagnosi, cura e assistenza della donna con tumore al seno, 13 le discipline rappresentate: chirurgia senologica, chirurgia plastica ricostruttiva, oncologia, anatomia patologica, radiologia senologica, radioterapia, tecnico di radiologia senologica, infermiera – case manager, psico-oncologia, genetica, ginecologia, riabilitazione, epidemiologia.

I componenti riconfermati, all’interno del Comitato sono tredici. I nuovi membri, che hanno accettato l’invito di Europa Donna Italia, sono 9: il chirurgo Francesco Caruso dell’Istituto Humanitas di Catania, che ha già fatto parte del Cts dal 2011 al 2016 ed è referente regionale di Senonetwork per la Sicilia; gli oncologi Ilaria Pazzagli – del Centro di Senologia di Pistoia, che dirige il gruppo oncologico multidisciplinare della provincia di Pistoia ed è membro dell’associazione Women for Oncology – e Michelino De Laurentiis, dell’Istituto Tumori Pascale di Napoli, referente regionale di Senonetwork per la Campania; l’anatomo-patologa Anna Sapino, direttrice scientifica dell’Istituto di Candiolo (Torino) e presidente della Società scientifica di anatomia patologica; la radiologa Marzia Muzi, dell’ospedale Gaetano Bernabeo di Ortona (Chieti), che Europa Donna ha potuto conoscere e apprezzare per l’impegno e la professionalità in occasione del convegno in Abruzzo sullo screening nel 2017; la psico-oncologa Eugenia Trotti, dell’Asst dei Sette Laghi di Varese, membro del consiglio direttivo della Sezione Lombardia della Sipo; la biologa Iole Natalicchio, del Policlinico di Foggia, direttrice del laboratorio di Oncogenomica, eccellenza della Puglia per i test genetici; il ginecologo Fedro Peccatori, dello Ieo (istituto europeo di oncologia) di Milano, uno dei pionieri dell’oncofertilità in Italia; lo specialista in medicina della riabilitazione Massimo Merlo, dell’ospedale San Paolo di Bari.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi