Autoerotismo all’aperto: denunciato per atti osceni

Bloccato dai carabinieri di Pescia a Pietrabuona, il giovane viene anche multato perché senza mascherina

PIETRABUONA. Si aggirava negli spazi all’aperto di Pietrabuona e, preso da una specie di istinto irrefrenabile, iniziava a masturbarsi. Alla fine queste sue “performance” non richieste sono state interrotte dai carabinieri, aiutati anche dalle immagini di una telecamera che sono servite per riconoscere il soggetto. E al giovane albanese di 28 anni residente a Pescia il tutto è costato una denuncia per atti osceni in luogo pubblico e anche una sanzione perché in questo suo girovagare... non indossava la mascherina.

La vicenda si svolge martedì mattina, 20 ottobre, e inizia quando una signora, affacciata alla finestra di casa, vede un giovane che si masturba appoggiato al muretto dell’abitazione di fronte. La donna avverte i carabinieri e una pattuglia parte da Pescia diretta a Pietrabuona. Il giovane però si allontana prima dell’arrivo dei militari.

Dopo circa un'ora arriva un’altra segnalazione, di un ragazzo seduto su una panchina di fronte alla stessa abitazione sorpreso mentre fa autoerotismo. Anche in questo caso si allontana prima che i carabinieri possano coglierlo sul fatto, ma non tiene di conto che la panchina in questione è ripresa da una telecamera di videosorveglianza che permette ai militari di visionare le immagini registrate e di individuare l'autore dei fatti.

Nel primo pomeriggio, infine, una nuova segnalazione degli abitanti di Pietrabuona, allarmati dalla situazione che è venuta a creare, indica che lo stesso soggetto si trova nei pressi del campo sportivo. La pattuglia della Stazione di Pescia stavolta riesce a individuarlo e a bloccarlo.

Il 28enne viene quindi denunciato per atti osceni in luogo pubblico e per non avere ottemperato all'ordine di esibire il permesso di soggiorno. E sanzionato per le normative Covid 19 per non avere indossato i dispositivi di protezione delle vie respiratorie. —
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi