In pensione lo storico giardiniere delle Terme

Giancarlo Pellegrini festeggiato per il traguardo della pensione

Pellegrini lascia dopo 42 anni e 10 mesi di lavoro e passione.Festa degli Angeli del Bello per salutarlo: «Ci mancherà» 

MONTECATINI TERME. Quel meritato riposo tanto atteso ma che un po’ - adesso che siamo vicini al traguardo - gli fa venire un nodo alla gola. Perché gli anni che lui ha trascorso al servizio delle Terme sono davvero tanti, una porzione importante della sua vita. D’altronde Giancarlo Pellegrini, di Nievole, ha lavorato nella grande famiglia delle Terme montecatinesi per 42 anni e 10 mesi: ha cominciato svolgendo altre mansioni e poi ha proseguito come giardiniere vero e proprio.

Ha iniziato alla fine degli anni Settanta, tempi gloriosi quelli, quando gli sceicchi offrivano cifre da capogiro per acquistare la Gardenia centenaria. Quella stessa Gardenia che, custodita nelle Serre delle Terme, lui ha curato con grande dedizione. Nonostante la fatica e l’inevitabile stanchezza dovuta al passare del tempo. Nei giorni scorsi, gli Angeli del Bello hanno voluto fare a Pellegrini una sorpresa, ora che alla pensione manca davvero poco. È stata una grande festa al Caffè Storico delle Terme Tettuccio, a cui hanno partecipato anche i suoi colleghi di sempre, quelli con cui ha condiviso gran parte degli ultimi quarant’anni della sua vita. «Giancarlo ama la campagna – spiega Cinzia Silvestri, anima degli Angeli del Bello di Montecatini – per questo gli abbiamo donato una zucca (della quale mi aveva chiesto i semi) e un volume di botanica. Lui ha sempre offerto anche al di fuori del lavoro il suo contributo perché la gente conoscesse e apprezzasse il patrimonio arboreo termale – prosegue – insieme ai colleghi ha guidato numerose visite botaniche sia dentro il parco del Tettuccio che alle Serre della Salute, organizzate dalla nostra associazione, con lusinghiero successo di pubblico».


Gli Angeli del Bello, che da sempre hanno instaurato un rapporto di collaborazione con i giardinieri termali, non negano che la figura e l’esperienza di Giancarlo Pellegrini mancheranno. Il suo sapere, in ogni caso, continuerà a vivere attraverso l’impegno degli altri giardinieri termali che continueranno a prendersi cura (come sempre hanno fatto in questi anni) del patrimonio arboreo delle Terme. «Abbiamo voluto festeggiare Giancarlo tutti insieme – conclude Silvestri – perché con lui se ne va una colonna del personale delle Terme. Noi lo ringraziamo per il suo operato e per l’ottima collaborazione di questi anni. Porteremo il suo impegno e la sua dedizione sempre con noi. Perché come Angeli del Bello continueremo a prestare grande attenzione al patrimonio delle Terme». —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi