Cerca di strangolare la badante della madre, l'anziana la salva rompendo un piatto in testa al figlio

Il 55enne è stato arrestato dalla polizia. A evitare conseguenze tragiche è stata proprio la reazione dell’anziana

MONTECATINI. Un’esistenza normale precipitata da qualche tempo in un baratro di insicurezze, dubbi e sospetti dalla crisi economica che lo ha colpito sconvolgendone l’esistenza. E nella mente di quel professionista di 55 anni, residente nell’elegante quartiere della zona Musicisti, all’improvviso si sono materializzati i fantasmi di coloro che sarebbero stati i responsabili della sua rovina. Così, per qualche motivo, in lui è cresciuto l’odio nei confronti della badante dell’anziana madre.

E  mercoledì 18 settembre, al culmine di un furioso litigio, ha cercato di strangolarla. Per fortuna non riuscendo nell’intento, grazie proprio all’intervento della madre che gli frantumato un groso piatto di ceramica sulla testa e poi ha chiamato la Polizia. Alla base dell’aggressione molto probabilmente le instabili condizioni psichiche in cui si trova da tempo l’uomo. Che proprio martedì sera aveva avuto un’altra crisi, ed era stato accompagnato nel reparto di psichiatria dell’ospedale (ricovero volontario, precisano dal Cosma e Damiano).

Il giorno dopo, in tarda mattinata, il professionista si è ripresentato a casa e ha trovato, come sempre, la madre e la badante. Qui in pochi minuti le cose sono precipitate e il racconto si fa confuso. Spetterà agli investigatori, e al magistrato, ricostruirlo nel dettaglio. Fatto sta che l’uomo si è lanciato contro la donna, scaraventandola sul letto e  prendendola per il collo. Ed è stata proprio la pronta reazione della madre ad evitare che potesse accadere il peggio. E, probabilmente, a salvare quella donna che da tempo si prende cura di lei.

Una volta chiamato il 113, in pochi minuti è arrivata una pattuglia il cui equipaggio ha preso in consegna il cinquantenne e lo ha portato in stato di arresto al Commissariato con l'accusa di rapina e tentato omicidio. Da qui, sentito anche il pm di turno, si è poi ripartiti per il carcere di Pistoia. —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi