Montecatini Opera Academy sette giorni di grande musica

L’iniziativa si articola in due sezioni: Masterclass con docenti altamente qualificati che prevede anche lo studio del repertorio operistico russo, e Competition con il concerto finale di Gala al Tettuccio

MONTECATINI. Nell’anno di Pistoia capitale italiana della cultura, Moa – Montecatini Opera Academy – riapre i battenti riconfermandosi progetto di alto respiro internazionale volto a fare di Montecatini un importante crocevia nel nome della musica, delle arti e della cultura.

Il progetto, organizzato dall’associazione culturale Il Parnaso, gode del patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ed è sostenuto dal Comune di Montecatini Terme, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e da Conad. Inoltre si avvale di importanti collaborazioni quali la prestigiosa Accademia di Arte corale “Popov” di Mosca che ha avuto il compito di selezionare gli aspiranti in territorio russo.

Per una settimana, dal 18 al 25 agosto, Montecatini sarà palcoscenico internazionale.

Al termine delle preselezioni organizzate in Italia e all’estero, resteranno 48 candidati per le fasi finali dell’edizione 2017, provenienti da ben 14 diverse nazioni (Russia, Cina, Corea, Giappone, Argentina, Messico, Spagna, Svizzera, Bulgaria…). L’Accademia si articola in Masterclass e Concorso.

Masterclass 18-22 agosto. Il percorso formativo, rigorosamente a numero chiuso, è finalizzato all’approfondimento di capisaldi del repertorio operistico mondiale con una sessione speciale, unica nel suo genere, dedicata allo studio di brani tratti dal repertorio operistico russo. L’edizione 2017 vede la presenza di docenti di spicco internazionale quali: Anna Maria Chiuri (mezzosoprano, splendida Amneris nella recente produzione di Aida all’Arena di Verona), per Canto lirico e interpretazione; Aquiles Machado, celebre tenore venezuelano, per Canto lirico e interpretazione; Federico Maria Sardelli, direttore d’orchestra, musicologo e compositore, per Musica barocca; Aleksei Petrov, rettore Accademia di Arte corale “V. Popov” di Mosca, per Repertorio russo; Aldo Tarabella, direttore artistico Teatro del Giglio di Lucca, per Arte scenica.

Competition 23 – 25 agosto. Si articola in 2 sezioni: ruoli dell’opera La Bohème, che sarà messa in scena nell’ambito della stagione lirica Mof 2018 (sezione A); programma libero, i cui vincitori prenderanno parte ad attività concertistiche nell’ambito della stagione lirica Mof 2018 promosse dalle istituzioni partner (sezione B).

La prova Finale sarà aperta al pubblico e avrà luogo il 25 agosto in forma di concerto di Gala al Tettuccio con l’Orchestra dell’opera italiana diretta dal M° Felix Korobov (che a settembre dirigerà Romeo e Giulietta al Teatro Alla Scala di Milano) e la partecipazione straordinaria del mezzosoprano Anna Maria Chiuri. Al termine della serata avrà luogo la proclamazione dei vincitori a giudizio insindacabile della giuria tecnica internazionale.