Ora Chianciano ci fa concorrenza

Grazie al montecatinese Paolo Grossi, Natale di successo e caccia alle famiglie

MONTECATINI. Che nessuno è profeta in patria lo dimostra bene Paolo Grossi, più conosciuto come Paolo Sax. Da Montecatini ha portato il suo Babbo Natale a Chianciano Terme. «Per essere il secondo anno sono davvero contento dei risultati - spiega Paolo Grossi - abbiamo triplicato le presenze e Comune, Proloco e attività locali sono entusiaste del nostro Paese di Babbo Natale».

Il suo evento chiuderà i battenti fra pochi giorni e il bilancio di fine lavori è a dir poco soddisfaciente. «Babbo Natale deve terminare al massimo entro il 27 dicembre - racconta Paolo Grossi - sennò si perde tutta la magìa del Natale e credibilità nell'evento. I bambini sanno quando arriva Babbo Natale, è un inutile forzatura volerlo tenere aperto fino al 6 gennaio».

Il pubblico non è mancato, anzi sono arrivate più persone del previsto. «Chianciano è una città a misura d'uomo che ha attirato clienti da tutta Italia - aggiunge - sono arrivati visitatori dal Meridione, da Roma e dal Nord Italia. Ma abbiamo avuto molte visite anche dalla Valdinievole. La nostra formula vincente è stata la semplicità». Un percorso allestito nel Grand Hotel di Chianciano, che fra l'esterno e l'interno si sviluppava in un’area di più di cinquemila metri. «Ho visto coppie sia di giovani che di anziani uscire dal nostro percorso con le lacrime agli occhi per la commozione per aver riscoperto sensazioni e ricordi del passato. Abbiamo fatto entrare gratis tutti i disabili e i loro accompagnatori. Creato un mercatino di Natale coinvolgendo tutti i produttori e i ristoratori locali, con ottimi prodotti tipici della Valdorcia. Che dire poi del nostro Babbo Natale, barba bianca vera e naso rosso, modo di fare affabile e pazienza a non finire con tutti i visitatori».

L'organizzatore non ha lasciato nulla al caso. «Dalle musiche ai percorsi - aggiunge Grossi - ho curato personalmente tutti gli allestimenti e la parte di cui vado più fiero è il museo di Babbo Natale dove ho ricreato la sua storia. E poi la stanza dei sogni con giochi di luci ed effetti speciali». Cori gospel, elfi, folletti renne e tutto quanto fa Natale. Un biglietto unico per un percorso da fiaba. Genitori e bambini tutti contenti.

Dopo questo successo, anche a Chianciano puntano sul turismo delle famiglie. A primavera partiranno i lavori per costruire un centro benessere tutto dedicato ai bambini. Per ora gli appuntamenti chiancianesi di Paolo Grossi non sono ancora terminati. Paolo Sax nei panni di musicista e cantante si esibirà in piazza la notte dell'ultimo dell'anno.

Simona Peselli