Centro di ricerca del Padule, appello alla Regione

Officina Valdinievole perplessa sulla nomina della Fratoni e chiede l’interessamento diretto dell’assessora Bramerini

LARCIANO. Un appello pubblico alla Regione e all'assessore all'ambiente Anna Rita Bramerini per salvare l'esperienza del Centro di ricerca e documentazione del Padule di Fucecchio. Se ne fa portavoce Officina Valdinievole, l'associazione che in un'iniziativa di fine novembre organizzata a Uzzano aveva già richiesto di accelerare il passaggio delle competenze sulla riserva del Padule alla Regione.

«Avevamo sperato si facesse chiarezza ma dobbiamo registrare che così non è – scrive Officina – a distanza di tre mesi dall'assemblea l’unica novità è il rinnovo del consiglio del Centro con la poco comprensibile uscita dei Comuni di Larciano, Lamporecchio e Ponte Buggianese, e il concomitante ingresso dei Comuni di Monsummano, Montecatini e Pieve a Nievole. Desta perplessità l’affidamento della presidenza a Federica Fratoni, presidente della Provincia di Pistoia, per l’ambiguità dei ruoli interpretati ma soprattutto perché la nomina è avvenuta con una sostanziale delega in bianco, registrandosi il paradosso che la presidente non abbia presentato nessun programma sulla base del quale ricevere il mandato, in una fase tanto delicata per le prospettive del Centro. Considerato anche che la situazione precaria delle Province in smobilitazione non può dare prospettive di lungo periodo al Centro di ricerca, e di garantire nel frattempo le risorse necessarie alla continuità del lavoro svolto per gli aspetti di tutela ambientale, scientifici, promozionali e divulgativi».

«A fronte di tutto questo – continua l'associazione – non è stata rinnovata la convenzione con la Provincia e quindi non confermato il finanziamento (40mila euro annui, ndr) alle attività del Centro di documentazione. Una situazione che si configura come un sostanziale commissariamento da parte di un’istituzione a sua volta commissariata, in attesa della sua definitiva soppressione». Proprio Officina Valdinievole e il comitato di cittadini Salva il Padule - Salva il Centro erano stati i promotori di un sit-in di protesta a Castelmartini durante lo svolgimento dell'ultima assemblea del Centro, avvenuta sabato 20 dicembre. «Un fatto positivo è rappresentato da quella mobilitazione –riprende la nota – altro fatto positivo è poi l’iniziativa verso l’assessore Bramerini per il sostegno dell'associazione onlus intrapresa dai consiglieri regionali pistoiesi Aldo Morelli e Gianfranco Venturi».