Lastre di cemento amianto vicino ai cassonetti

Buggiano: la piccola ma pericolosa discarica segnalata di 5 Stelle al sindaco 

BUGGIANO. Rifiuti pericolosi e altri problemi al centro delle segnalazioni che il Movimento 5 Stelle di Buggiano ha raccolto tra i cittadini.

 «La prima, più urgente, riguarda la presenza di lastre di cemento-amianto a cielo aperto – si legge sulla nota dei 5 Stelle –  lasciate accanto ad alcuni cassonetti nel Comune di Buggiano, per la quale è stata presentata al sindaco la richiesta di immediata rimozione. Il cemento-amianto è un tipo di materiale molto pericoloso, che se frantumato, libera nell'aria particelle che una volta inalate possono essere causa di tumore al polmone. Ci chiediamo come sia possibile che in questi casi nessuno degli addetti alla filiera dei rifiuti, dell'ambiente, della sicurezza e in generale della gestione del territorio non sia attento e non si senta in dovere di fare la propria parte: sorvegliando, segnalando e mettendo in sicurezza il sito. Oltretutto questo processo dovrebbe avvenire in modo attento e puntuale senza aspettare i ripetuti e a volte inascoltati avvisi dei cittadini. Il sindaco ha dichiarato l'intenzione di voler contattare il Cis affinchè si occupi della gestione dei suddetti rifiuti pericolosi».


«Dietro altre segnalazioni – continua il Movimento – è stato chiesto all'amministrazione di provvedere all'istallazione di una pensilina per la pioggia, al fontanello pubblico di piazza del Bestiame, poiché per gli utenti risulta problematico e noioso riempire le bottiglie con l'ombrello in mano. Inoltre, sempre su domanda degli abitanti di Buggiano, è stato richiesto di evidenziare maggiormente il passaggio pedonale in via Circonvallazione all'altezza del distributore di carburanti, anche con l'istallazione di segnaletica verticale per rendere più sicuro l'attraversamento, soprattutto in situazioni di scarsa visibilità. Queste richieste di manutenzione sono state accolte dall'amministrazione e speriamo quanto prima che vengano rispettate. Piccole cose, ma fattibili».