Lo sprint più forte del Covid: ritorna il Corrilunigiana dedicato allo storico patron

A sinistra Francesco Mussi, scomparso qualche anno fa e amico di Franco Codeluppi (al centro), a destra Rinaldo Cherubini, atleta storico

Dopo due anni di stop a causa della pandemia ecco la 34esima edizione. I fratelli Codeluppi: «Speriamo si possano svolgere tutte le 22 gare previste per il circuito»

Aulla. Torna il Corrilunigiana Memorial Franco Codeluppi. Dopo due anni di stop a causa della pandemia, torna la manifestazione giunta alla sua 34esima edizione che sarà inaugurata il prossimo 27 marzo a Lido di Camaiore con la “Quinta Lido Run”. «La speranza – hanno dichiarato i fratelli Enzo e Massimo Codeluppi, organizzatori dell’evento – è che tra due mesi la pandemia possa essere sotto controllo in modo tale che si possano svolgere in sicurezza le 22 gare previste per il circuito».

Un calendario particolarmente ricco e che, come da tradizione, toccherà molte località. Oltre alla partecipazione degli adulti, sono previste le gare riservate ai bambini, un fiore all’occhiello in memoria del compianto patron Franco, che, appunto, nei suoi 28 anni al timone della manifestazione, amava vedere numerosi bambini partecipanti al circuito. I figli Enzo e Massimo dal 2014 stanno portando avanti la “creatura” di papà Franco nata nel 1987, con la voglia di alzare sempre di più il valore del circuito valido per il Corrilunigiana che non ha bisogno di presentazioni. Detto della prima gara di Lido di Camaiore, ancora una volta l’ultima tappa sarà la “Corsa delle castagne”, giunta alla sua 31esima edizione e in programma il 20 novembre a Fivizzano. Otto mesi nei quali saranno impegnati tanti atleti di valore: 22 gare che ancora una volta coinvolgeranno il territorio massese e carrarese, la Lunigiana, la Garfagnana e la Versilia. Ovviamente, non mancherà la “Ciamptada Aullese”, che quest’anno toccherà la sua 48esima edizione, fissata per il 25 giugno ad Aulla. Proprio la “Ciamptada Aiullese” è la gara più significativa, pensando che è nata nel 1973 dall’idea di Franco Codeluppi.

Insomma, la nota e amata manifestazione ritorna più forte di prima, con la voglia di ritrovare presto la normalità. Come detto, saranno tanti i luoghi toccati dal Corrilunigiana, tra cui paesaggi e scenari davvero suggestivi che impreziosiscono ulteriormente una manifestazione organizzata in ogni minimo particolare dai fratelli aullesi Enzo e Massimo Codeluppi. Lo scopo resta quello di promuovere la pratica del podismo amatoriale, ma anche e soprattutto cercare di avvicinare i giovani alla partita di questo sport stimolando l’aggregazione e l’amicizia al di là del mero risultato sportivo.

Per quello che riguarda invece gli aspetti tecnici, si ricorda che gli atleti accreditati possono ritirare il pettorale personalizzato presso il negozio dello sponsor tecnico “Sportlife” di Castelnuovo Magra. Per ottenere tutte le informazioni per partecipare al percorso, è possibile visitare il sito internet www.corrilunigina.it, oppure i profili facebook@corrilunigiana e instagram@corrilunigiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA