Mattias Bonafede vicino all’Empoli Accordo col Don Bosco per il settore giovanile

Il terzino cresciuto nel vivaio azzurro potrebbe  restare ancora un anno ed esordire in prima squadra  

carrara. In attesa di conoscere il nome del nuovo portiere azzurro e di definire l’operazione che porterà a Carrara il quotatissimo difensore centrale italo-albanese Sergio Kalaj della Lazio, si fa strada l’indiscrezione della probabile cessione del giovane terzino Mattias Bonafede (2005), frutto del vivaio apuano, all’Empoli. Resta da capire se la società di piazza Vittorio Veneto vorrà privarsi subito del suo gioiellino, oppure prima provare a lanciarlo nel professionismo, portandolo in prima squadra nel prossimo campionato 2021-22 agli ordini di Totò Di Natale.

Intanto il sodalizio carrarese ieri, tramite un comunicato apparso sul suo sito, ha ufficializzato un accordo per l'affiliazione della società Us Don Bosco Fossone riguardo lo sviluppo delle attività relative al settore giovanile. «L’obiettivo della stretta collaborazione – spiega la Carrarese – è quello di migliorare e implementare in termini di coordinamento e qualità le attività del settore giovanile, sotto ogni profilo di natura tecnica e sportiva». La Carrarese, infatti, metterà a disposizione del Don Bosco Fossone i propri tecnici e le proprie professionalità, con visite, incontri formativi, riunioni e analisi sui programmi di lavoro, fino alla partecipazione ad eventuali tornei ed amichevoli. In merito alla partnership conclusa, ecco le parole del responsabile del settore giovanile azzurro Mirco Lucetti: «Questo accordo rappresenta il punto di partenza del modus operandi della Carrarese in materia di settore giovanile, ossia disponibilità e dialogo con le altre realtà dilettantistiche del territorio. La nostra linea guida è porci in termini costruttivi verso tutti coloro che mostrano i nostri stessi interessi e sensibilità. L’idea è quella di metterci a disposizione delle diverse realtà calcistiche territoriali. A dire il vero alcune si sono già fatte vive, per stringere ed approfondire rapporti con noi, per il fatto di essere l’unica società professionistica in provincia, così da imbastire un certo tipo di lavoro in un'ottica di cooperazione e condivisione».


Riportiamo il commento a caldo del responsabile tecnico del Don Bosco, Massimo Taurino: «La società Don Bosco Fossone punta da sempre a migliorarsi, per garantire ai propri atleti della scuola calcio e settore giovanile una crescita costante non solo dal punto di vista tecnico, ma anche educativo ed umano. Questa collaborazione con Carrarese calcio rappresenta la svolta all’interno di un percorso già iniziato, così da avvalersi di competenze qualificate dal punto di vista tecnico che saranno a disposizione di tutti i giovani atleti, in modo da creare un polo calcistico di livello, unico in provincia, usufruendo della funzionale struttura dei campi di Fossone». —

Luca Santoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA