Dal Modena ecco Luca Milesi Rinforzerà il pacchetto difensivo

Arriva con la formula del prestito. 24 anni, 100 presenze e 4 reti in serie C Il neo-acquisto: «Il periodo non è dei migliori, ma emergerà la qualità della rosa»

Luca Barbieri

carrara. «Pronto per domenica». Non ha dubbi Luca Milesi, il volto nuovo della difesa marmifera: arriva dal Modena con la formula del prestito il centrale difensivo classe 1993 annunciato nelle scorse ore da piazza Vittorio Veneto. Oltre 100 presenze condite da 4 reti in C, per il difensore scuola Atalanta che ha indossato le maglie di Modena (7 presenze nella prima parte di questa stagione), Arezzo e Pro Vercelli; quest'ultima prossima avversaria della Carrarese domenica.


«L'avventura a Carrara si preannuncia interessante. Una bella sfida che presenta tutti gli ingredienti per essere vinta. La Carrarese è una squadra composta da una rosa di calciatori importanti e anche se il periodo non è dei migliori alla lunga i veri valori emergeranno e la china sarà risalita rapidamente». Così si presenta, ai microfoni ufficiali, Milesi che, complice lo stop a Murolo, potrebbe esordire dal primo minuto già domenica, al fianco di Borri. «A livello di caratteristiche sono un classico difensore centrale di piede destro, adattabile anche a terzino destro, con un fisico importante a cui piace giocare la palla cercando di far partire l'azione dal basso», si racconta il neo acquisto del direttore generale azzurro Gianluca Berti. E conferma: «Per domenica sono a disposizione in una partita difficile contro una squadra che è, dall'inizio del campionato, sempre nelle prime posizioni in classifica. Conosco l'ambiente di Vercelli per averci giocato, sarà necessario disputare una gara giusta, come è nelle corde della Carrarese, per strappare punti preziosi e risalire in classifica», dice caricando l'ambiente.

Insomma, la Carrarese cala un secondo asso nel giro di 24 ore e, dopo aver perfezionato il prestito dell'attaccante ex Samp, Atalanta, Cesena ed Empoli Guido Marilungo ('89, dalla Ternana), chiude per sistemare un reparto difensivo alle prese con vari infortuni dal precampionato. E come Milesi anche Marilungo potrebbe partire titolare già a Vercelli: Caccavallo rimarrà infatti ai box; difficile possa rientrare in tempo Doumbia, mentre i saluti di Calderini (alla Cavese) e il probabile forfait di Cais potrebbero obbligare il tecnico Silvio Baldini (al rientro dopo due turni di squalifica) a schierare subito il nuovo arrivato. Tornando al fronte mercato, potrebbe non finire qui: circolano i nomi degli attaccanti Gianmarco De Feo e Claudio Santini, ma prima la Carrarese dovrà chiudere per un'operazione in uscita (Cais, ma anche Pavone, i possibili nomi).

La storia. Dalla trasversa colpita dopo un paio di minuti al dei Marmi di Carrara al gol vittoria in Juventus-Genoa. Il 21enne Hamza Rafia si è preso le copertine, come si suol dire, segnando al quarto d'ora del primo tempo supplementare il gol decisivo che ha spedito la Juve – quella dei grandi stavolta – al turno successivo in Coppa Italia. Un 3-2 contro il Genoa deciso da Rafia, che era in campo sabato scorso al dei Marmi nella vittoria dell'Under 23 bianconera contro gli uomini di Baldini.

«Noi siamo la lega che forma e vuol continuare a formare giovani talenti. È venuto il momento di sederci intorno a un tavolo con la serie A e B e ragionare a sistema. Forse possiamo insieme essere complementari per un processo che renda il calcio italiano sostenibile, competitivo e capace di valorizzare giovani calciatori», così Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, in nota, rimarcando la bontà del progetto “seconde squadre” citando l'esempio appunto del classe '99. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA