«Serve tutelare i nostri giovani per poter ripartire»