Il pari con l’Arezzo è un segnale d’allarme: troppi alti e bassi