Ci vuole una prova d’orgoglio, fuori chi non dà tutto

Contro il San Donato Tavarnelle mister Malfanti si aspetta una buona gara. I complimenti al Città di Massa calcio a 5



Ripresa la preparazione in casa bianconera. Passata la sosta, domenica tornerà il campionato con la Massese che se la vedrà con il San Donato Tavarnelle in trasferta. Il tecnico Paolo Malfanti si aspetta una reazione di orgoglio da parte dei suoi giovanotti, strigliati a dovere dopo la sconfitta interna con l’Aglianese con la prospettiva di lasciare in panchina, in questa parte finale della stagione, chi non si impegnerà al massimo. Sebbene la classifica lasci poco spazio alla fantasia, il trainer non ammetterà un atteggiamento svagato da parte della squadra che avrà ora il compito di terminare in bellezza rimandando la retrocessione matematica il più avanti possibile.


La formazione che scenderà in campo domenica, potrebbe già subire delle variazioni anche se molto dipenderà dal recupero o meno di qualche infortunato come Lecchini, Molinaro o Canale. Non sarà facile tornare da Tavarnelle Val di Pesa con un risultato gratificante giacché i padroni di casa stanno disputando un ottimo campionato e si trovano in piena zona play off a soli tre punti dalla vetta. D’altro canto, in questa stagione sono diverse le squadre che stanno dando vita ad un’appassionante corda verso la serie C. Peraltro, lo stesso presidente della società gialloblu, Andrea Bacci in tempi non sospetti aveva manifestato la volontà di andare oltre il consolidamento della categoria, puntando a qualcosa di più.

Dunque, il fatto che il San Donato Tavarnelle si trovi a ridosso delle primissime posizioni non può essere considerato una sorpresa, così come la vittoria sul terreno del Tuttocuoio nell’ultimo turno - decisiva per proiettarsi nelle alte sfere della classifica - può essere considerata una casualità. I bianconeri dunque dovranno sfoderare una prestazione maiuscola facendo leva, prima di tutto, sull’orgoglio e la dedizione verso la maglia.

E poi, a dirla tutta, è interesse di ognuno brillare il più possibile in queste otto partite che mancano al termine della regular season, perché in queste partite molti elementi si giocheranno il futuro ponendovi delle basi o meno. C’è comunque da credere al fatto che la Massese non tirerà indietro la gamba né scenderà in campo solo per onore di firma; chi vorrà superare gli apuani dovrà sudare parecchio, come peraltro è avvenuto sinora.

I tifosi, oltreché lavorare sul fronte societario, continueranno a sostenere chi indossa la maglia bianconera. Intanto la società zebrata ha fatto i complimenti al Città di Massa calcio a 5 per il bellissimo cammino portato avanti nelle Final Eight di coppa Italia di serie B, con gli apuani che sono arrivati in finale contro ogni pronostico, sfiorando pure la vittoria.

«La società Us Massese - si legge nel comunicato - esprime i suoi complimenti alla società Città di Massa calcio a 5 per questa finale di Coppa Italia. Una finale giocata con grande grinta e determinazione, dove non ha mai mollato. La squadra e’ arrivata in finale, portando i colori della città in alto e per la prima volta una squadra toscana in finale». —

Alessandro Tabarrani