Contenuto riservato agli abbonati

Il benvenuto di Costantino agli ex Perini, saranno al lavoro già dai primi di febbraio

E su Viareggio l’annuncio di un progetto importante: la nascita di un museo dedicato alle creazioni del marchio versiliese

CARRARA. Le note di “We are family” delle Sister Sledge hanno fatto da colonna sonora al benvenuto, “welcome” così all’inglese, che il fondatore di The Italian Sea Group Giovanni Costantino ha rivolto ai lavoratori Perini. Quelli, una sessantina, presenti ieri nella sala Academy del Village, nel plesso del cantiere di Marina di Carrara che una volta ospitava i locali della mensa: oggi ci sono un ristorante, una spa e una palestra perfettamente integrati con il territorio.

Nei primi dieci giorni di febbraio i lavoratori Perini (per ora l’ottanta per cento di loro e poi pian piano tutto il resto) cominceranno a lavorare per The Italian Sea group dopo che saranno ufficializzate le procedure del passaggio di Perini all’azienda del patron Giovanni Costantino. Saranno quindi riattivati i siti di La Spezia e Viareggio mentre il quartier generale resterà quello di Marina di Carrara. È destinato a Viareggio un progetto importante, annunciato dal patron Costantino: un museo dedicato al marchio e alle creazioni Perini che sarà “aperto al mondo”.


Ieri, intanto, è stato il giorno di un benvenuto all’insegna del lavoro e di un’azienda in costante crescita che ad oggi impiega 396 persone.

«Sono contento e siamo onorati di questa nuova avventura che ci rimette in emozione dopo 12 anni di attività in questo settore prestigioso- ha sottolineato – più che un’azienda questa e una famiglia a cui si aggiungono le risorse del gruppo Perini».

Costantino è tornato quindi a parlare dell’asta che ha consentito a The Italian Sea Group l’acquisizione di Perini: «Abbiamo investito più del previsto ma il nostro investimento resterà sul territorio e andrà ai creditori».

Il benvenuto agli ex dipendenti Perini è arrivato, proprio come nelle migliori famiglie, non solo dal fondatore Costantino ma anche dal presidente Filippo Menchelli dal direttore generale Giulio Pennacchio e, in collegamento video dal vicepresidente Giuseppe Taranto. Ma uno per uno, dalla platea del salone Academy si sono alzati i direttori, gli ingegneri, lo staff al completo di The Italian Sea Group per salutare i nuovi e futuri colleghi con parole di benvenuto ma anche con tanti riferimenti al sistema meritocratico che governa il cantiere e che vede stagisti di grande spessore occupare nel giro di quattro o cinque anni posizioni di responsabilità e di vertice.

Costantino ha quindi concluso parlando dei rapporti avviati con il territorio di Viareggio, anche alla luce della visita al cantiere avvenuta solo poche ore prima, e del progetto di un museo nel nome di Perini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA