Ponte di Albiano, si posiziona domattina la campata centrale

Ci saranno i presidenti delle Regioni Toscana e Liguria, oltre al commissario per la ricostruzione

Aulla. Domani mattina, domenica 16 gennaio, alle ore 10, si terrà il varo del primo concio dell’impalcato metallico, ovvero il posizionamento dell’intera campata centrale del nuovo ponte che collegherà Albiano Magra, la più popolosa frazione aullese, con località Bettola di Caprigliola. Il varo era previsto per ieri, venerdì 14, ma è slittato di due giorni a causa della piena del fiume Magra della scorsa settimana che ha provocato il cedimento di una piattaforma di cemento armato, tra l’altro quella deputata a sorreggere i mezzi che dovranno posizionare domattina la prima campata del nuovo ponte. Che è quella centrale, della lunghezza di 102 metri e del peso di circa 530 tonnellate delle circa 1. 500 dell’intero impalcato. Il tutto mentre avanza, ed è prossimo all’ultimazione, l’assemblaggio del secondo concio che troverà collocazione tra la nuova spalla di Albiano e la prima pila. Completata anche l’elevazione della casseratura della spalla di Albiano, mentre sull’altra sponda è in fase di avvio l’armatura della spalla di Caprigliola.

L’inaugurazione vedrà la presenza del vice ministro delle infrastrutture e delle mobilità sostenibili, Alessandro Morelli, e sarà aperta dall’intervento del sindaco di Aulla, Roberto Valettini, al quale seguiranno quelli del commissario straordinario per il ripristino del viadotto di Albiano sul fiume Magra, il dirigente Anas Fulvio Maria Soccodato, e dei presidenti della Regione Toscana e delle Regione Liguria, Eugenio Giani e Giovanni Toti.


«Si tratta di un appuntamento importante – commenta Valettini – e che dimostra il rispetto del cronoprogramma per l’apertura del nuovo ponte, oltre ad essere un gradito gesto di attenzione verso la nostra comunità e l’amministrazione comunale». Rispetto del cronoprogramma che viene confermato al Tirreno anche dagli uffici del commissario. Il nuovo ponte, che andrà a prendere il posto di quello crollato l’8 aprile 2020, dovrebbe essere aperto al traffico nella prossima primavera, forse già a fine marzo 2022, tornando a collegare le due sponde del fiume Magra e rendendo nuovamente agevoli i collegamenti fra Aulla capoluogo e Albiano Magra, fra la Lunigiana e la Val di Vara, in Liguria. E tra pochi giorni dovrebbe iniziare a vedersi davvero lo “scheletro” del nuovo ponte.

Trenta milioni di euro e 17 mesi: queste la cifra e la tempistica previste nel piano commissariale per la ricostruzione del ponte di Albiano, che erano state comunicate nel dicembre 2020. Per la precisione 30,6 milioni di euro, suddivisi in tre interventi da concludere tra il maggio del 2021 e il marzo del 2022.

© RIPRODUZIONE RISERVATA