Contenuto riservato agli abbonati

Luci e addobbi, a Massa un Natale da 120mila euro: il parere di Cavazzutti, Lazzarelli, Franceschini e Ciuffi

La “scatola regalo” luminosa allestita in piazza Liberazione

Ma la variazione di bilancio deliberata dalla giunta prevede ulteriori spese per gli eventi. E non tutti apprezzano

MASSA. L’allestimento non è sfuggito e non poteva sfuggire perché quest’anno il Comune ha voluto fare le cose in grande: non soltanto luci lungo viale Eugenio Chiesa, non soltanto alberi illuminati in piazza Aranci – per citare le strade già “vestite” a festa – ma anche una mega pacco regalo in piazza Liberazione. Scatola d’oro e fiocco rosso con tanto di luci. Acceso ancora non l’abbiamo visto, ma certo quel pacco, con tanto di porta di ingresso per guardarlo dall’interno, si fa bene notare. Come si fa notare l’àncora allestita proprio all’inizio del pontile a Marina di Massa.

Un Natale scintillante per una cifra complessiva, per le sole luminarie, di 120mila euro. L’ultimo Natale, in zona rossa, è stato sotto tono e sotto tono sono stati gli allestimenti. Quest’anno l’amministrazione, invece, punta a stupire i massesi. Rispetto al periodo pre covid, l’organizzazione è diversa: ad allestire gli eventi non sono i commercianti, come accaduto nel 2019 e nel 2018. È il Comune, infatti, ad occuparsi del calendario eventi – non ancora ufficializzato – e delle luminarie. È datata 28 ottobre la determinazione dirigenziale 2555 per l’affidamento diretto dell’allestimento di tutti gli addobbi luminosi. È in quell’atto che viene indicata la cifra di 120mila euro: il 15 ottobre – ricostruisce la determinazione – la giunta approva, al capitolo di spesa “Iniziative, eventi culturali e promozionali” una variazione di bilancio pari a 250mila euro per allestimento le luminarie natalizie, villaggio di Natale e altri eventi durante le festività. Di quei 250mila, 120mila sono destinati alle luci: l’importo a base di gara è, infatti, di poco più di 98mila euro a cui si aggiungono gli onori per la sicurezza e l’Iva. Il calcolo è presto fatto: 120mila euro.


L’allestimento è stato affidato tanto che la ditta Venditti luminarie è al lavoro già da qualche giorno in città: ha montato la mega scatola e sistemato le luci lungo le strade principali. Ma quei 120mila euro fanno discutere perché se c’è chi riconosce che per rilanciare la città e il commercio un investimento serva, c’è chi invece pensa quanto con quei soldi, in una città in crisi economica, si sarebbe potuto fare. Per il sociale in primis.


©RIPRODUZIONE RISERVATA