Don Ezio investito da un’auto sulle strisce

Il parroco della Sacra Famiglia a Marina di Carrara stava andando a celebrare messa. «Sto bene, però me la sono vista brutta»

CARRARA. Paura per donEzio Gigli, il sacerdote della parrocchia della Sacra Famiglia in piazza Gino Menconi, che ieri pomeriggio è stato investito in viale XX Settembre mentre stava attraversando la strada per andare a celebrare un funerale.

Per fortuna niente di grave, solo molto spavento – per lui e per chi ha assistito alla scena – e un piede dolorante. Don Ezio stava attraversando la strada sulle strisce pedonali vicino al supermercato, era con un amico e stava andando in chiesa per celebrare la funzione funebre. E, proprio quando era quasi arrivato dall’altra parte della via, è sopraggiunta un’automobile che l’ha travolto e scaraventato per terra.


L’auto andava piano e, come detto, per don Ezio solo tanta paura e qualche contusione, ma nessuna ferita o lesione importante. Immediato l’intervento delle persone che si trovavano in piazza in quel momento e dei fedeli. È stata chiamata l’ambulanza, e dopo i primi accertamenti, il parroco è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale delle Apuane, dove i medici lo hanno trattenuto per accertamenti fino a sera. Raggiunto telefonicamente, don Ezio ha rassicurato sul suo stato di salute, e ha spiegato di essere stato investito mentre assieme ad un amico stava andando all’interno della chiesa della Sacra Famiglia per celebrare un funerale. Ha raccontato che per fortuna l’auto andava piano, ma che comunque se l’è vista brutta. E poi pazientemente ha atteso in pronto soccorso che i medici facessero tutti gli accertamenti del caso, ha anche scherzato dicendo “speriamo mi mandino presto a casa”.

La notizia del suo investimento nell’arco di pochi minuti, ha fatto il giro di Marina di Carrara e in molti si sono preoccupati per lui. Tanti i fedeli che sono andati fino in chiesa per chiedere notizie del parroco, altri lo hanno chiamato direttamente. Sul posto, ieri pomeriggio, è intervenuta una pattuglia del comando di Polizia municipale per i rilievi di rito. Al momento non si conosce la dinamica esatta dell’incidente: forse qualcosa ha distratto il conducente dell’auto che ha investito don Ezio. Saranno gli agenti della municipale a stabilirlo dopo avere analizzato il luogo dell’incidente e sentito conducente e testimoni.