Contenuto riservato agli abbonati

La preside si insedia nella scuola e trasforma il suo ufficio in un’aula per i ragazzi: «Orgogliosa di farlo»

La dirigente scolastica Silvia Bennati

Silvia Bennati è la dirigente più giovane della provincia a capo dell’alberghiero, l'istituto più problematico: «Ma volevo questo»

MASSA. Dal primo settembre Silvia Bennati è la nuova dirigente scolastica dell’istituto alberghiero Giuseppe Minuto di Marina di Massa. È la più giovane preside di ruolo oggi in Provincia di Massa Carrara e al Minuto non c’è finita per caso: «Ho voluto fortemente diventare la preside di questo istituto– inizia– Era la mia prima scelta tra tutte le scuole della provincia quando ho chiesto di essere avvicinata a casa. Mi sono sentita dire “Sei sicura? Chi te lo fa fare”, ma io mi sento fortunata a dirigere questa scuola e orgogliosa di farlo».

L’istituto alberghiero Minuto è quasi irriconoscibile, impacchettato tra transenne, nastri arancioni e impalcature; più della metà del suo interno è inagibile; la nuova dirigente ha dovuto rinunciare anche alla stanza della presidenza, che per necessità è diventata un’aula, e si sta ancora sistemando nella ex sala delle conferenze. «Sapevo a cosa andavo incontro– continua-. Problemi strutturali, lavori in programma da anni, ma sopratutto la difficoltà di gestire un istituto che per troppi anni non ha avuto un preside fisso. Questa sarà anche la mia sfida. Ma non mi sento sola. Ho trovato una squadra meravigliosa, di docenti, personale Ata, amministrativi ed educatori che mi hanno già aiutata tantissimo, facendomi sentire a casa e sopratutto bene accetta. Credo che tutti loro meritassero, come gli studenti, un po’di stabilità. E io vorrei restare qui a lungo e vedere realizzati tanti progetti che riportino il Minuto agli antichi splendori di una volta, quando le sue aule erano visitate dai presidenti della Repubblica e la sala centrale si apriva a grandi pranzi e cene didattiche, momento di enorme formazione per i ragazzi, ma anche di convivialità e cultura».


Silvia Bennati inizia in Liguria la sua carriera dirigenziale, dopo anni di insegnamento nelle scuole apuane; il suo ultimo incarico l’ha vista preside all’istituto comprensivo Dante Alighieri di Aulla, che continuerà a tenere in reggenza. Dal 1° settembre per lei si sono aperte le porte dell’alberghiero: «Sono nata e cresciuta a Marina di Massa– racconta– e ho sempre guardato con grande ammirazione a questo istituto, l’eccellenza della Provincia apuana. Ho seguito le sue fasi difficili da lontano, ho sperato che non crollasse, metaforicamente parlando, sotto il peso dell’incuria e dell’indifferenza e ho deciso, quando ho potuto, di voler dare il mio contributo. Sono una donna di scuola, perché a scuola ho trascorso tutta la mia vita, da alunna, a docente a preside, e sogno che i ragazzi possano tornare a fare scuola come si meritano».

Silvia Bennati arriva al Minuto dopo un anno travagliato dal punto di vista organizzativo e non solo per il Covid: l’ultimo dirigente scolastico, Matteo Raponi, nominato il 1° settembre del 2020, il 25 dello stesso mese ha rassegnato le dimissioni lasciando la scuola ferita e senza una guida, con i genitori sul piede di guerra, il Convitto inagibile e poche soluzioni all’orizzonte. Settembre ha portato, invece, buone notizie alla nuova preside: domani verranno aperte le buste per decretare la ditta vincitrice dell’appalto da dieci milioni di euro per la ristrutturazione del Minuto e la Provincia sarebbe pronta a partire con i lavori già da gennaio. Il Convitto, invece, si sdoppia in due alberghi: lo Scandinavia, a Marina di Massa e Illy ai Ronchi. Pagati dalla Provincia con circa 190mila euro, accoglieranno quest’anno 76 alunni fuori sede e dieci semiconvittori (usufruiscono dei pasti ma non dormono in struttura). «Il fatto che la Provincia mi abbia risolto il problema del Convitto mi ha molto sollevata– continua la preside– Quello era uno dei nodi più duri da sciogliere. In questi giorni abbiamo rimesso mano al personale. Ci saranno, essendo due le strutture da governare, delle nuove assunzioni e il 5 ottobre i ragazzi potranno entrare negli alberghi– convitto».

Settecento gli iscritti a questo anno scolastico 2021/2022; oltre 200 tra docenti, personale Ata, educatori ed amministrativi; il Minuto accoglierà soltanto il triennio, mentre il biennio si svolgerà al Toniolo; le cucine rimangono all’interno della sede centrale, con l’aggiunta di quella al Pioppo, in via delle Pinete. «Quando sono entrata per la prima volta da preside in questa scuola, ho percepito un grande senso di accoglienza– conclude Silvia Bennati– e ho intenzione di farne tesoro; vorrei aver cura di tutti i miei alunni e di tutto il mio personale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA