Spento l'ultimo rogo, rientra l'allarme incendi a Massa Carrara

In un fine settimana sono andati distrutti oltre venti ettari di terreno

MASSA. Rientra l'allarme incendi a Massa-Carrara. L'ultimo rogo, quello di Montignoso, è stato spento nella tarda mattinata del 12 settembre. Sono seguite poi per tutto il giorno le operazioni di bonifica. E subito dopo è iniziata la conta dei danni.

Oltre venti ettari di terreno andati distrutti in un fine settimana di fiamme nella provincia apuana. È il primo bilancio della Regione Toscana. Un bilancio ancora provvisorio. Anche il presidente Eugenio Giani ha seguito passo passo le operazioni di spegnimento ringraziando poi «gli operatori e volontari antincendio coinvolti che tutta la notte hanno lavorato per contenere le fiamme». A Montignoso le fiamme hanno distrutto circa 15 ettari di bosco. A Ficola, nel comune di Carrara, sono bruciati quattro ettari, due di bosco ed altrettanti di olivete. Senza considerare i vigneti che erano pronti per la vendemmia. Tra Vetticeto e Candia, il fuoco ha attaccato due ettari di pineta. È intervenuto anche il senatore leghista Manuel Vescovi. «Sono vicino ai cittadini di Massa Carrara, duramente colpiti in questi giorni da vari incendi presumibilmente di origine dolosa - ha scritto sulla sua pagina Facebook -. Le colline di Massa, le località di Ficola a Carrara e Poggio a Montignoso hanno visto andare in fumo ettari di vigne e boschi. Un ringraziamento va a tutti i volontari dell’antincendio boschivo, i vigili del fuoco, la forestale, i piloti e la polizia municipale che stanno lavorando incessantemente».