Turismo alle cave di Carrara: è boom di presenze

Si rivedono gli stranieri: tedeschi e francesi in pole position. L’operatore: le prenotazioni sono però all’ultimo minuto

CARRARA. «Per mesi siamo stati attaccati al telefono, a attendere le prenotazioni. Fino a poco tempo fa mai avremmo creduto a questo boom di prenotazioni. Ora il telefono è davvero bollente: a malincuore siamo costretti a dire tanti “no”». Gabriele Giuntoni, patron di “Cave di marmo tours” traccia un bilancio davvero con il segno più per le gite nei bacini marmiferi di questo agosto.

«In questi giorni, subito dopo Ferragosto – spiega – davvero c’è stata una richiesta continua. Si sono rivisti gli stranieri, tantissimi francesi e anche un buon ritorno dei tedeschi. La cosa che è cambiata, rispetto agli anni pre pandemia, è che c’è poca programmazione. Una volta, soprattutto i turisti europei, prenotavano con larghissimo anticipo. Adesso no: basti pensare che per queste settimane, prima e subito dopo Ferragosto, abbiamo dovuto dire, nostro malgrado, tanti no. Ci dispiace ma i posti sono quelli e con la normativa anti covid bisogna stare particolarmente attenti».


Il tour alle cave, lo ricorda lo stesso Giuntoni, avviene in completa sicurezza e i fuoristrada già da tempo sono stati attrezzati con le barriere “para fiato”. I numeri poi sono contingentati e le distanze vengono mantenute non solo in macchina, ma anche quando ci si trova all’aperto, nelle varie tappe del giro che tocca i luoghi più suggestivi dei bacini marmiferi apuani. «Abbiamo davvero creduto, fino a poco tempo fa – continua Giuntoni – che la stagione potesse essere compromessa. Ma per fortuna i numeri ci hanno sconfessato. Tantissime richieste sono arrivate proprio a ridosso di Ferragosto: è cambiata la programmazione, o meglio sembra non esserci proprio più. Si vive molto alla giornata, questo è quello che posso dire dal mio osservatorio che riguarda prenotazioni e tours, e anche la gita nei bacini apuani viene organizzata al momento». Le cave, lo ricordiamo, son state peraltro oggetto, in questi mesi, di campagne pubblicitarie diventando set per marchi famosi del made in Italy e non solo. Scatti che hanno portato le bellezze delle cave in tutto il mondo. E la stagione d’oro delle cave è destinata a proseguire.

A metà settembre è stato annunciato un grande evento che ha a che fare con la moda: una sfilata di una grande firma della moda italiana che ha scelto di portare la sua nuova collezione (e i compratori i buyers) a Carrara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA