Contenuto riservato agli abbonati

La movida molesta arriva anche a Battilana. I residenti: «Ora basta, non dormiamo più»

La zona della movida a Marina di Carrara

Gli abitanti si dicono esasperati per i rumori: «Ci hanno anche insultati dal microfono del karaoke, che fanno fino alle tre»

CARRARA. Fuochi d’artificio in piena notte e musica alta giorno e notte. A lamentare la situazione sono i residenti di Battilana che si dicono «esasperati». A turbare le notti di questi residenti sarebbe un locale della zona, che specialmente nel fine settimana oltre alla normale musica fornirebbe ai clienti lo spettacolo pirotecnico, a volte anche alle quattro o alle cinque del mattino. Non solo: secondo gli abitanti le volte che qualcuno ha provato a dire qualcosa, si è sentito insultare con il microfono.

«Passi il karaoke fino alle tre di notte - dicono i residenti - e passi pure che inizino a suonare a tutto volume già dalle quattro del pomeriggio, ma che si permettano di insultare noi abitanti con il microfono al massimo ci sembra un tantino eccessivo». Secondo i residenti la situazione ormai è insostenibile e l’alternativa, ad oggi, sarebbero le vie legali. Battilana dicono: «È una zona residenziale e tutto questo non dovrebbe accadere. Non si dovrebbe permettere a un locale di sparare fuochi d’artificio, crediamo neppure autorizzati, a tutte le ore della notte. Non si dovrebbe permettere che un locale faccia musica a livelli altissimi per tutta la notte. E non si dovrebbe permettere ai clienti di invadere i marciapiedi con le auto e insultare chi vive in questa zona. Noi in questa zona ci viviamo e abbiamo diritto di dormire. Ci sono bambini piccoli, persone anziane, gente che la mattina si deve alzare presto per andare al lavoro. Sono anni che sopportiamo tutto questo. Abbiamo chiamato le forze dell’ordine più e più volte, ma le cose non sono cambiate. Questi hanno dei santi in paradiso. Qualcuno si è già rivolto all’avvocato e nonostante la lettera ricevuta dai gestori nulla è cambiato. Sembra quasi che Battilana sia zona franca e i residenti debbano sopportare tutto, anche la maleducazione di chi ci insulta con un microfono. Capiamo che il locale debba lavorare, ci mancherebbe altro, ma chiediamo più rispetto. Ci chiediamo anche se queste persone abbiano il permesso di fare i fuochi d’artificio, non parliamo di qualche botto, ma di veri spettacoli pirotecnici, puntuali ogni fine settimana, e in caso di feste o compleanni anche durante i giorni lavorativi. Possibile che non ci si possa fare niente? Passi la musica che fanno all’aria aperta a cominciare dal primo pomeriggio per durarla fino a notte fonda, ma i fuochi d’artificio in piena notte è diventata una cosa insopportabile. Chiediamo aiuto all’amministrazione comunale. Noi residenti vogliamo dormire sonni tranquilli. Adesso basta».

Insomma, oltre alla movida di Marina di Carrara i problemi di acustica si riscontrano anche in altre zone residenziali, non solo a Battilana. La scorsa settimana era stato segnalato un problema analogo nel centro di Avenza, nei pressi di un circolo a piano terra di un condominio. I residenti lamentavano tutta una serie di dispetti come clacson e allarmi di automobili fatti scattare di proposito in piena notte, più e più volte proprio allo scopo di disturbare i residenti. --

© RIPRODUZIONE RISERVATA