Contenuto riservato agli abbonati

La moda alle cave, un progetto di Armani e una sfilata blindata con quindici modelle

Carrara: un servizio per “Grazia international” e un evento per una grande griffe in programma nel cuore dei bacini del marmo

CARRARA. La moda e le grandi griffe, simboli del “made in Italy” nel mondo scelgono (ancora) le cave di Carrara. E, stavolta, non si tratta di campagne pubblicitarie, come avvenuto spesso nel recente passato. No, i bacini apuani sono e saranno a breve al centro di due progetti importanti: il primo per “Grazia international” vede una inedita sinergia fra Armani jeans e la Franchi Umberto marmi. Il secondo è il progetto di una sfilata di moda, come in cava non si è mai vista. Lo show, nel bianco, di un famoso marchio ambasciatore dello stile italiano (per motivi organizzativi il nome sarà reso noto solo fra qualche settimana) che a metà settembre porterà importanti buyer e ospiti vip alle cave.

ARMANI JEANS IN CAVA


Non una campagna patinata. Ma gli scatti, che pubblichiamo, sono frutto di un progetto, un “concept” come lo chiamano gli addetti ai lavori, dal titolo “Il senso del tatto”. Il marmo e la moda sono il trait d’union di un servizio per la rivista “Grazia international” che vede la collaborazione di Armani jeans, la Franchi Umberto marmi e il Tau.to (la Tau tour operator di Gabriele Giuntoni). I modelli spiccano in mezzo ai blocchi e una immagine su tutte è particolarmente di impatto: quella che vede una modella con una lunga veste bianca e nera posare con sullo sfondo lo zuccotto di Bettogli, quella cima finita tempo fa al centro di una “battaglia” ambientalista di opposizione al taglio della sua vetta.

PASSERELLA NEL MARMO

Una sfilata di moda vera. Non “fatta in casa” come accaduto in passato.

Stavolta alle cave arriveranno 15 modelle (con relativo entourage che porterà, almeno questa è la speranza degli addetti ai lavori, ricadute importanti per la città) e la nuova collezione di una griffe italiana che sta vivendo un momento di grandissimo successo in tutto il mondo.Un evento aperto al pubblico, naturalmente con le limitazioni dettate dal luogo e dalla pandemia, che sarà poi trasmesso nei canali dedicati, non solo in Italia. La macchina organizzativa si è già messa in moto perché i tempi sono stretti: si parla della metà di settembre e tutto deve funzionare al meglio. Per eventi come questi, paragonabili alle grandi campagne come quella di Bulgari, dal trasporto all’hotel fino al catering, i dettagli sono curati al massimo.

I PRECEDENTI

Dalle sorelle Rodriguez ai marchi di moda emergenti: per le cave questa è stata una stagione d’oro. Con una risonanza a livello mondiale su riviste e televisioni.—

© RIPRODUZIONE RISERVATA