Il camposcuola si rifà il look, da ottobre arriva la nuova pista blu

Lavori in corso anche per spogliatoi e bagni per atleti disabili. E un consulente lavora alla proposta per una piscina nuova

MASSA. Se c’è una cosa – tra le tante – che la pandemia ci ha insegnato, quella è l’importanza dell’attività fisica. Costretti per mesi a limitare la socialità, abbiamo riscoperto il piacere della passeggiata, della corsa. Dello sport. E l’amministrazione assicura che l’impegno per garantire impianti sportivi più efficienti ce lo sta mettendo. Con un’attenzione particolare alla piscina che – è proprio il caso di dirlo – fa acqua da tutte le parti e al camposcuola dove farsi una corsa in serenità, tra pista disconnessa e radici degli alberi, era diventato un vero lusso.

E proprio al campo scuola – a fare il punto è Marco Guidi, assessore ai lavori pubblici – gli operai sono all’opera. Atleti grandi e piccoli “trasferiti” all’Ugo Pisa e cantiere aperto con l’obbiettivo di ottenere l’omologazione del Coni e della federazione italiana atletica leggera.


CAMPOSCUOLA

L’intervento in via Oliveti – per 970mila euro – è stato finanziato con il credito sportivo. Un vero e proprio mutuo, ma ad interessi zero: per accedere ai finanziamenti è necessario presentare il progetto per la realizzazione o il recupero dell’impianto con la previsione, appunto, della omologazione. La conclusione dei lavori – ad indicare la data è lo stesso Guidi – è attesa per ottobre: «L’intervento – dettaglia l’assessore – è iniziato con la rimozione di alcune piante le cui radici avevano danneggiato la pista. In questa fase la società di Udine che esegue i lavori si sta provvedendo alla sistemazione degli spogliatoi che, come i bagni, non erano a norma perché inadatti per atleti disabili. Non solo, verranno realizzati, come previsto dalle normative in materia sportiva, spazi idonei ad eventuali controlli anti-doping a margine delle competizioni». Il grosso dell’intervento – per una cifra che sfiora i 400mila euro – riguarda la pista: «L’intervento sulla pista – chiarisce l’assessore – partirà a fine mese. Per la posa del materiale sono richieste, infatti, temperature estive. La pista, diversamente dall’attuale (che è rossa ndr) – sarà blu». Lavori conclusi, nelle previsioni, a fine ottobre. Poi l’amministrazione – sempre che le risorse ci siano – provvederà a sue spese ad interventi collaterali, primo fra tutti l’asfaltatura della via d’accesso all’impianto.

PISCINA

Camposcuola che si rifà il look e piscina che attende di poter fare altrettanto. E se il caldo è arrivato, la vasca esterna non potrà offrire ristoro a massesi e turisti. Purtroppo fa acqua: perdite troppo importanti per ospitare nuotatori e bambini che sguazzano. E anche la vasca interna non se la passa troppo bene. In ballo infatti c’è il rifacimento dell’intero impianto. L’amministrazione – ricostruisce Guidi – ha pubblicato una manifestazione di interesse e tre aziende si sono fatte avanti. Se una ha proposto una riqualificazione, due invece hanno avanzato l’idea di un completo rifacimento. Una con project, ed una – è qusta la proposta accolta dall’amministrazione – con leasing costruendo. Un soggetto finanziario – per semplificare – sostiene economicamente l’impresa costruttrice e poi è la pubblica amministrazione, con la corresponsione di canoni periodici, a “saldare” chi ha investito denaro. «Il Comune – spiega Guidi – ha dichiarato, come previsto dall’iter, la pubblica utilità dell’opera, ha poi incaricato un advisor (consulente ndr) per una analisi economica della proposta e adesso sta dialogando con il proponente per apportare alcune modifiche. Se l’esito sarà positivo, se quelle modifiche verranno accolte, allora si andrà a gara». Tempi ancora lunghi, quindi, per un’opera da 6 milioni di euro circa. Ma la speranza di avere un impianto nuovo di zecca. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA