Contenuto riservato agli abbonati

Non solo movida: nuovi locali e aperture, così via Rinchiosa si prepara all’estate

Uno scorcio di via Rinchiosa dove ci sarà una nuova “geografia” dei locali

Parla Giacomo Timbro: non dimentichiamo che questa zona del centro offre posti di lavoro a tantissime persone

MARINA DI CARRARA. «Così cambiamo insieme via Rinchiosa...». A ridisegnare alle porte della stagione estiva la strada dei locali in pieno centro a Marina di+ Carrara è Giacomo Timbro, imprenditore e titolare di alcune attività della zona, che prima di fare il punto della situazione lancia un vero e proprio appello con destinatario il sindaco Francesco De Pasquale.

L’appello e la movida


«Mentre sul coprifuoco attendiamo novità a livello nazionale, sperando che possano arrivare almeno delle proroghe agli orari attuali, al nostro Comune chiediamo di ripensare l’ordinanza della vendita degli alcolici fino alle 16: questo perché colpisce solo le nostre attività. Abbiamo licenze, un personale qualificato. Noi ovviamente dobbiamo rispettare tutto, ma non possiamo avere limitazioni diverse rispetto a quelle che sono le regole nazionali, viviamo di quello», fa notare. Questo il primo aspetto: poi, prima di passare a tradurre in maniera plastica la nuova via Rinchiosa che si appresta ad accogliere la bella stagione, chiarisce uno dei nodi più dibattuti nell’ultimo anno (e non solo): «Abbiamo fatto confronti con le autorità, ci ho sempre messo la faccia: via Rinchiosa non è davvero quella che si legge in giro, quella della “movida sregolata”; è ora di dire basta a questa lettura. È semmai l’ultimo baluardo del divertimento, dello stare bene fuori, godersi un drink o cenare, in una città che sta perdendo i pezzi. Questi locali danno lavoro, rispettano le regole e hanno affitti spesso tra i più cari in città. A Carrara ––ormai cos’è rimasto per i giovani, ma anche per i meno giovani? » , incalza ancora Timbro. E prima di passare davvero alla strada che verrà – già in questi giorni –, l’ultimo “sassolino dalle scarpe”: «Il comitato dei residenti della zona? Diamo da lavorare, se è questione di firme e di numeri, se necessario faremo anche noi una raccolta. Ma non è il modo», precisa.

“Geografia” dei locali

«Gli spazi del Porfirio bistrot passeranno a Giacomo Rossi, un fratello, che aprirà il nuovo Sushi Meshi di Marina, dopo un’altra grande apertura come quella in centro a Carrara. C’è lo spazio per i tavoli all’aperto e quindi per mangiare lì e oltre al sushi ci sarà il servizio di cocktail bar di livello. Nei locali del Bon Proncino abbiamo invece “Benilove”, un negozio di abbigliamento di Veronica Bolognini, un’altra amica, con il figlio. Dall’anno scorso – prosegue nella mappa – la birreria ( “Bravi ragazzi”) è stata poi data in gestione a persone molto conosciute e capaci come Massimo Guidi (ex pub Grizzly) e Daniele Ficagna con il barman Federico Bigarani», spiega Timbro. Queste le novità per arrivare ai concetti, alle riflessioni, ma anche al suo Bon Pro, fresco di restyling. «La mia idea, assieme a mia moglie (Arianna Bianchi, ndc) è una: cercare di migliorare questa zona. Un tratto di strada che adesso sarà quasi rivoluzionato, nel quale mi sono mantenuto il mio spazio “Bon Pro”, con un ampio giardino, con il restyling del locale che avrà parecchie novità a partire da quella della prossima settimana (leggi tigelleria). Questo perché la gente ha voglia di vedere novità». –

© RIPRODUZIONE RISERVATA