Ogni anno un’immagine simbolo della tua città: vent’anni di foto in regalo  con Il Tirreno

La foto in regalo con Il Tirreno venerdì 26 marzo

Da venerdì 26 marzo in regalo con il giornale 21 grandi scatti per raccontare Massa Carrara e provincia dal 2000 a oggi

Massa-Carrara. Da domani, venerdì 26 marzo Il Tirreno vuole fare un regalo ai suoi lettori. Ogni giorno infatti, per 21 giorni (dal lunedì al venerdì), comprando una copia del quotidiano si riceverà in omaggio una foto simbolo per ogni anno del nuovo secolo, dal 2000 al 2020. Per ognuno degli anni Duemila sin qui trascorsi abbiamo scelto un’immagine significativa che ha contrassegnato la vita del territorio e ha suscitato emozioni nei cittadini.

Cominciamo con una foto che sintetizza la grande bellezza e la potenzialità della provincia, con l’auspicio al tempo stesso che possano presto essere di nuovo organizzate simili grandi mostre capaci di attrarre migliaia di visitatori. Come accadde nel 2000, con la rassegna “Sotto il cielo di Roma. Scultori europei dal barocco al verismo nelle collezioni dell’Ermitage”, e a Palazzo Ducale. La mostra faceva seguito ad un’altra di vasto richiamo, “I marmi degli Zar”. In particolare, era il 12 maggio del 2000 quando fu realizzata la mostra evento in collaborazione con il museo dell’Ermitage di San Pietroburgo. A «Sotto il cielo di Roma» furono ammirati 34 capolavori in marmo e terracotta che portano le firme di Canova, Thorvaldsen, Bienaimé e altri grandissimi artisti. Fra le 34 opere d’arte spiccavano, di Antonio Canova, le statue «Maria Maddalena» e «Amorino alato», insieme a tre opere di Bertel Thorvaldsen: «Ganimede», «Amore e Dioniso» e «Amore e Anacreonte» (due bassorilievi in marmo). Ma c’erano anche due busti marmorei di Pietro Tenerani («Papa Gregorio XVI» e «Ritratto di Marina Gurieva»), l’«Amorino pastore» di John.

La prima foto in regalo, da collezione, di Claudio Cuffaro, è un richiamo all’arte. Nei giorni successivi i nostri lettori troveranno altre foto simbolo di un anno.


Ad esempio, per il 2004, la scelta è caduta sulla straordinaria visita di un presidente della Repubblica molto amato come Carlo Azeglio Ciampi, che arrivò in piazza Aranci il 7 ottobre 2004 e subito andò ad abbracciare i bambini presenti e, dopo gli onori militari, volle andare di persona nella “Tenda del lavoro”, a parlare con sindacati e tute blu delle vertenze sindacali aperte sul territorio. E volle essere lui a dare la notizia che era stata fissata la riapertura del tavolo governativo sui Nuovi cantieri Apuania. Al suo fianco, la signora Franca.

Nei prossimi giorni avremo modo di parlare in dettaglio di tutte e 21 le foto in omaggio. Qualche altra anteprima . Ad esempio, per il 2007, abbiamo scelto il grande record della margherita più lunga del mondo, una iniziativa che coinvolse praticamente tutta la città di Massa. Era lunga 405,337 metri ed aveva polverizzato i precedenti record. Furono utilizzati sei quintali di farina. Negli anni successivi il record è stato battuto in altre città, ma quel 4 ottobre 2007 resta un giorno memorabile bene impresso nella memoria.

Per il 2017, la foto sarà lo storico trionfò di Francesco Gabbani al Festival, l’11 febbraio 2017 (e l’anno precedente si era imposto nella sezione giovani). Saltiamo al 25 agoto 2019, alla storica visita del presidente Sergio Mattarella e del Presidente della Repubblica Federale di Germania Frank-Walter Steinmeier, che si incontrano a Fivizzano in occasione della commemorazione del 75° anniversario degli eccidi nazisti nei territori fivizzanesi. Frank-Walter Steinmeier disse: «Oggi sono qui come presidente federale tedesco e provo solo vergogna. Vi chiedo perdono per i crimini perpetrati per mano tedesca».

© RIPRODUZIONE RISERVATA