Dante Alighieri tra la Lunigiana e Bismantova, Mulazzo celebra il Sommo Poeta

Webinar con il sindaco Novoa a il presidente del Parco nazionale dell'Appennino Giovanelli

MULAZZO. Dante Alighieri in Appennino è vivo. E il Parco nazionale lo racconta. Foto e descrizioni di un Appennino di 8 secoli fa. Scrittore d’eccezione, Dante Alighieri. Il Parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano rivendica la presenza nella vita e nelle opere del Sommo Poeta a 7 secoli dalla morte. “Bismantova e la Lunigiana sono parte della narrazione fondante della lingua italiana, la Divina Commedia, e della vita del suo autore, Dante Alighieri, che fu anche, proprio qui, alfiere di pace – spiega Fausto Giovanelli, presidente del Parco nazionale dell’Appennino -. Nostro compito è tutelare, oltre ai valori naturalistici, anche quelli antropologici e naturali, pertanto è doveroso costruire l’appuntamento di giovedì 25 marzo”.

Infatti, alle ore 20.45, si terrà un singolare webinar in occasione del Dantedì - giornata nazionale proclamata dal ministero dei beni culturali – dedicato al Poeta. L’incontro a titolo “Dante Alighieri, tra Lunigiana e Bismantova”, organizzato da Parco nazionale, dalla Riserva di Biosfera Appennino tosco-emiliano in collaborazione con il Comune di Castelnovo ne’ Monti (Re) e il Comune di Mulazzo (Ms), celebrerà i 700 anni dalla scomparsa, avvenuta il 14 settembre 1321. Claudio Novoa, sindaco del Comune di Mulazzo ed Emanuele Ferrari, vicesindaco di Castelnovo ne’ Monti racconteranno I Luoghi danteschi in Appennino. A seguire la presentazione in anteprima del libro: “Bismantova, la Montagna del Purgatorio” (Corsiero Ed., 2021) a cura degli autori, Clementina Santi e Giuseppe Ligabue. Si potrà seguire l’incontro dalla pagina Facebook del Parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano oppure collegandosi al link https://zoom.us/j/95141630370?pwd=eGx5RkJ1RTZkRnB5MFFsQVdSVUp4dz09.

La presenza di Dante in Lunigiana è legata all’ incarico, che il Poeta ebbe dai Malaspina, di trattare, per loro conto, la pace del 1306 e mettere così fine ai contrasti secolari tra la casata lunigianese ed i vescovi di Luni, per la spartizione della controversa eredità degli Obertenghi. Ancora oggi il Museo dantesco lunigianese a Milazzo (MS), oggi Casa di Dante in Lunigiana, è dedicato al rapporto tra Dante Alighieri e la regione storica della Lunigiana, comprendente le attuali province della Spezia e di Massa-Carrara. “Qui a Mulazzo, come in ogni borgo della Lunigiana la sua orma è presente e viva. Con Dante sono certo troveremo occasioni valide per cooperare tra tutti i comuni e costruire insieme un grande progetto di territorio per tutta la val di Magra tra le tante iniziative in essere”, spiega il sindaco Claudio Novoa. La citazione nella Divina Commedia «Vassi in Sanleo e discendesi in Noli, montasi su Bismantova e 'n Cacume con esso i piè; ma qui convien ch'om voli; dico con l'ale snelle e con le piume del gran disio, di retro a quel condotto che speranza mi dava e facea lume» (Dante, Purgatorio, canto IV, vv. 25-30)