In spiaggia come in estate, tintarella e tanto sport nella domenica in zona "arancione"

Litorale da tutto esaurito grazie a una temperatura particolarmente mite Prove tecniche per la bella stagione con la voglia di state all’aria aperta

Francesca Vatteroni

CARRARA. La domenica prima della temuta ordinanza che potrebbe (secondo le previsioni meno rosee) tingerà di rosso la Toscana, è stata una giornata tiepida passata da molti in spiaggia all’insegna dello sport.


Alla faccia delle restrizioni che minacciano di abbattersi nuovamente su di noi, la risposta è stata: padre, madre e figli in tenuta da bikers che da Carrara hanno raggiunto le spiagge marinelle, pic nic sulla sabbia, famiglie e comitive di amici seduti in cerchio, reti di pallavolo, racchettoni. C’è chi è seduto in solitario sui tronchi portati dalle spiaggiate, a godersi un buon libro. All’orizzonte qualche barca a vela. C’è chi stende asciugamani ma c’è anche chi è attrezzato di sedie e di sdraie.

Qualcuno osa mettersi anche in costume, ma non spira un alito di vento e il sole riscalda e tutto sommato la temperatura non è da temerari.

Quale giornata migliore dunque per fare un po’di propaganda allo sport acquatico? È quello che ha pensato Alessandro Cappé istruttore qualificato “iko international” di kite surf e di wing surf presso la scuola di Kailua kite school Versilia, che assieme al suo assistente Danilo Cusimano e a un loro allievo Jacopo Fusani, hanno approfittato della giornata per farsi un po’di promozione esponendo le attrezzature, pur non potendo fare dimostrazioni né lezione a Jacopo per via della quasi totale assenza di vento: “C’è solo un leggero libeccio-spiega Alessandro-ma questa spiaggia è ideale quando spira il maestrale per fare kite surf” . Alessandro e Danilo ci spiegano così quale sarà la novità assoluta della prossima estate: il wing surf. Questa grande e leggera vela a forma di, ebbene sì, pipistrello, garnde quasi sei metri, che grazie alla pinna hydrofoil sotto i piedi è in grado di farti provare quasi l’ebrezza del volo sopra le onde. «È una vera e propria novità di quest’anno, uno sport nuovissimo che noi portiamo in anteprima in Versilia, siamo tra i primi, accessibile a tutti e più facile rispetto al kite surf» ci illustra Danilo che così ci spiega come sia nato questo nuovo sport acquatico non particolarmente difficile, né particolarmente faticoso perché non richiede molta forza fisica. Insomma è veramente uno sport per tutti e tutte ed è praticabile anche per i bambini. Sbarca quindi anche da noi questa nuova disciplina che sembra stia piacendo molto e riscuotendo successo, con una vela svincolata dalla tavola e senza cavi, da tenere direttamente con entrambe le mani.

La Versilia tenta dunque di contaminarci con la sua voglia di fare turismo e di fare sport legati al turismo con le tante scuole, nate sulla loro costa, di catamarano, vela, surf, wind surf, kite surf e ora wing. Tutto questo mentre la gente impazzisce di gioia e di speranza per la nostra Luna Rossa che dopo 20 anni torna a contendersi la Coppa America e mentre gli ammiratori degli sport acquatici continuano a crescere di numero. Del resto la nostra spiaggia, come ci ricordano, è una spiaggia ideale quando spira il Maestrale. Dovrebbe solo iniziare a spirare. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA