Trasferimento della risonanza: Bernardi chiede risposte certe

Massimiliano Bernardi ed Eugenio Giani

Il consigliere di Alternativa per Carrara denuncia i tempi lunghi dell'operazione

CARRARA. Sui ritardi del trasferimento della risonanza magnetica al monoblocco interviene anche il consigliere Massimiliano Bernardi di Alternativa per Carrara. «Cosa sta facendo il consigliere Pd Giacomo Bugliani, accampato fuori della porta del presidente Eugenio Giani per rivendicare l’assessorato, per risolvere il problema dei lavori per la risonanza magnetica al Monoblocco? Nel luglio 2019 con uno dei suoi narcisistici proclami aveva persino detto che “con il trasferimento al monoblocco di Carrara del macchinario della Risonanza magnetica, poteva dire di avere vinto una battaglia importante come consigliere regionale del territorio, portata avanti anche insieme al suo Partito Democratico di Massa Carrara”»

«Ora – continua – dopo la doccia fredda sui tempi ancora lunghi per avere questo importante macchinario in città, non abbiamo avuto spiegazioni possibili da parte del Consigliere PD più votato nelle ultime regionali, come ama sempre ricordare quando attacca e ammonisce gli altri. E dovrebbe anche smettere di prendersela con i presunti “gufi” che dichiarano che non sarebbe all’altezza di ricoprire il ruolo di assessore, posizione del tutto legittima di chi, visti i suoi comportamenti a sfavore della nostra città, ritiene di non meritare tale ruolo. In primo luogo perché se il Monoblocco è ancora tutto intero e mantiene un buon livello di servizi sanitari, non è certo per merito suo e del Pd che invece hanno lavorato per una intera legislatura nella direzione del suo abbattimento prima e del suo depotenziamento dopo».


E Bernardi scomoda anche il “campanile”. «Se poi il consigliere Pd più votato dagli apuani, proprio vuole cercare i colpevoli dei suoi disagi, se la prenda con se stesso, quando aveva scelto di annientare i servizi sanitari ai cittadini di Carrara e di scipparci la Medicina Nucleare per agevolare i suoi concittadini massesi - insiste - Soprattutto, se vuole prendersela con chi denuncia i disservizi e la situazione della nostra struttura ospedaliere, sappia che i consiglieri comunali di opposizione sono semplicemente i portavoce del sentire comune della città in cui sono stati eletti e che le persone sono stufe di personaggi politici capaci solo di fare annunci e passerelle alla luce del sole e a tagliare e trasferire i servizi nell’ombra. La sanità a Carrara? Un modello di incapacità e di carenze strutturali che sono venute tutte a galla, e non poteva essere altrimenti, con l’emergenza sanitaria per il Coronavirus, vista la pessima gestione di questi ultimi anni da parte della sinistra ».

«Vergogna aver abbandonato in condizioni indecorose e fatiscenti parte del Monoblocco, proprio dove avrebbe dovuto essere trasferita la Risonanza magnetica - conclude Bernardi - Grave disattenzione imperdonabile da parte del consigliere Giacomo Bugliani che, a parte lo sbavare per l’assessorato, pare non si interessi per niente di quanto è stato più volte segnalato. Quindi in conclusione attendiamo dettagliate risposte da parte sua sullo stato dell’arte del trasferimento della risonanza magnetica al Monoblocco». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA