Oggi a Terrarossa l’addio a “Pantera” Igino Malatesta partigiano e antifascista

licciana nardi. Nella notte fra lunedì e ieri è morto uno degli ultimi personaggi della Resistenza lunigianese, Igino Malatesta, il partigiano "Pantera" della Brigata Garibaldi "Leone Borrini". Igino Malatesta, morto all'età di 94 anni, faceva parte del 2° battaglione "Ardito" della Brigata, nel distaccamento "Olivieri" con sede a Monterossino di Licciana Nardi. La sezione intercomunale Anpi di Licciana, Aulla, Comano e Podenzana e la sezione Anpi di Villafranca-Bagnone lo ricordano “nella tragica circostanza del 26 gennaio 1945, quando, con Vittorio Busticchi e Francesco Vegliante Torri, fu sorpreso da una pattuglia di guardie repubblichine impegnate in un rastrellamento per evitare eventuali attacchi a Benito Mussolini, che proprio in quel giorno si trovava nell'abitato di Mocrone. Busticchi riuscì a nascondersi, mentre Torri fu catturato e trucidato a Villa di Panicale; Malatesta, invece, riuscì a sfuggire».

Igino Malatesta ha abitato per molti anni a Terrarossa, ma le sue radici più profonde le ritroviamo a Merizzo di Villafranca, la roccaforte antifascista della Lunigiana. «Il fervore dei suoi ideali – proseguono le sezioni Anpi – lo portarono, a 17 anni, a intraprendere la via dei monti, fino alla Liberazione. Questa sua indole è stata il leitmotiv di tutta la sua vita: ha combattuto il fascismo e i neofascismi e tutto ciò che era antidemocratico. È stato una persona che, nonostante l'età, era sempre presente e partecipativo a tutte le iniziative che le sezioni Anpi della Lunigiana organizzavano».


I tesserati Anpi e tutti gli antifascisti esprimono la loro vicinanza ai familiari e invitano alle esequie per portare l'ultimo saluto a "Pantera" oggi, alle 15,30, alla chiesa di Terrarossa. —G.U.

© RIPRODUZIONE RISERVATA