Per la seconda volta 9 morti in provincia Le vittime sono 334 da inizio pandemia

Risultano in calo i nuovi casi: 41 i positivi. All’ospedale Apuane ancora 15 persone in terapia intensiva

massa-carrara

Il coronavirus ritorna a mietere vittime nella provincia di Massa-Carrara. Solo un giorno di tregua, e poi di nuovo il dramma. Sono nove le persone decedute a causa dell'infezione da Covid 19. Tra essi, come scriviamo sotto, Maurizio Centini, di 71 anni, giornalista e scrittore. Questi i nomi delle altre vittime: Gemma Cerasoli, 98 anni, di Aulla; Lina Bertolotti, 85 anni, di Licciana Nardi; Angiolino Tonelli, 92 anni, di Aulla; Giuliana Musetti, 90 anni, di Carrara; Giovanna Coradeschi, 82 anni, di Massa; Emilia Darò, 92 anni, di Carrara; Vittore Iotti, 74 anni, di Carrara; Rosa Robortella, 94 anni, di Fivizzano.


Dopo la “pausa” di ieri, il totale dei decessi arriva così a 334 (331 da bollettino, più 3 deceduti fuori regione). Dall’8 ottobre, per la seconda ondata, i morti sono stati 151. In 2 mesi quasi gli stessi morti della prima ondata.

CONTAGI.

Nell’Azienda Usl Toscana nord ovest i casi positivi di ieri, 8 dicembre, sono stati 162. I nuovi contagi registrati all’ospedale Apuane 39 (14 Carrara, 20 Massa, 5 Montignoso). In Lunigiana 2 casi, di cui uno a Comano e l’altro a Fosdinovo.

gUARIGIONI.

I guariti su tutto il territorio aziendale sono 27.691 (+943 rispetto a ieri). Si sono registrati 20 decessi di persone residenti nel territorio dell’Asl Toscana Nord Ovest,e tra questi i 9 morti di Massa-Carrara.

L’Asl ricorda che spetterà all’Istituto superiore di sanità attribuire in maniera definitiva le morti al Coronavirus: si tratta infatti, spesso, di persone che avevano già patologie concomitanti.

RICOVERI.

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda Usl Toscana nord ovest sono in totale 465 (ieri erano 470), di cui 62 (ieri erano 59) in terapia intensiva. All’ospedale di Livorno 89 i ricoverati, di cui 14 in intensiva. All’ospedale di Lucca 86 i ricoverati, di cui 17 in terapia intensiva. All’ospedale Apuane 95 ricoverati, di cui 15 in terapia intensiva. All’ospedale Versilia 104 ricoverati, di cui 10 in Terapia intensiva. All’ospedale di Pontedera 42 ricoverati, di cui 3 in Terapia intensiva. All’ospedale di Cecina 19 i ricoverati, di cui 3 in Terapia intensiva. All’ospedale di Pontremoli 20 i ricoverati. All’ospedale di Barga 10 i ricoverati.

QUARANTENA.

Dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Asl Toscana nord ovest, a ieri erano sono 15.420 (-285 rispetto ad ieri) le persone in quarantena perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

La situazione in Toscana.

Complessivamente in Toscana sono 109.418 i casi di positività al Coronavirus, 428 in più. I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 3,1% e raggiungono quota 80.461 (73,5%).

Trentacinque i nuovi decessi: 17 uomini e 18 donne, con un’età media di 82,7 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 6 a Firenze, 5 a Prato, 9 a Massa Carrara, 2 a Lucca, 5 a Pisa, 5 a Livorno, 2 a Siena, 1 a Grosseto.

Sono 2.933 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 1.049 a Firenze, 209 a Prato, 225 a Pistoia, 331 a Massa Carrara, 270 a Lucca, 312 a Pisa, 220 a Livorno, 139 ad Arezzo, 88 a Siena, 65 a Grosseto, 25 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

La Toscana si trova al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.934 casi per 100.000 abitanti. —