Virus, altri due deceduti in provincia di Massa-Carrara e un nuovo caso di positività

Il tragico conteggio dei lutti sale a 161

Massa-Carrara. Il contagio appare in ritirata, sono sette i casi in più a livello regionale, di cui uno nel territorio di Massa-Carrara; ma si continua a morire di coronavirus, soprattutto a Massa-Carrara. Dei quattro decessi di oggi, due sono della provincia apuana, e così la tragica contabilità arriva a quota 161 (158 deceduti in regione, tre in ospedali extra toscani). Il computo dei positivi in provincia, da inizio emergenza, arriva a 985.

Ripartiamo dai dati regionali. Sono 10.129 i casi di positività al Coronavirus in Toscana, 7 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,07% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 8.209 (l’81% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 266.508, 3.746 in più rispetto a ieri, quelli analizzati oggi sono 4.548. Gli attualmente positivi sono oggi 857, -2,9% rispetto a ieri. Si registrano 4 nuovi decessi: 1 uomo e 3 donne, con un’età media di 85 anni.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri; questi si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi. Sono 3.478 i casi complessivi ad oggi a Firenze (5 in più rispetto a ieri), 566 a Prato (1 in più), 677 a Pistoia, 1.050 a Massa Carrara (1 in più, secondo il conteggio dell'Asl, che considera solo i residenti, sono 985), 1.364 a Lucca, 896 a Pisa, 557 a Livorno, 677 ad Arezzo, 438 a Siena, 426 a Grosseto. Sono 6 in più quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl centro, 1 nella nord ovest, 0 nella sud est.

La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi, con circa 272 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 388 x 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 539 casi x 100.000 abitanti, Lucca con 352, Firenze con 344, la più bassa Siena con 164. Complessivamente, 779 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (meno 15 rispetto a ieri, meno 1,9%). Sono 4.828 (meno 480 rispetto a ieri, meno 9%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 2.092, nord ovest 2.619, sud est 117). Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid che oggi sono complessivamente 78, 11 in meno di ieri (meno 12,4%), di cui 23 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 4,2%). È il punto più basso dal 9 marzo 2020 per le terapie intensive. È il punto più basso raggiunto dal 7 marzo 2020 per i ricoveri totali. Le persone complessivamente guarite salgono a 8.209 (più 29 rispetto a ieri, più 0,4%): 877 persone “clinicamente guarite” (meno 100 rispetto a ieri, meno 10,2%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 7.332 (più 129 rispetto a ieri, più 1,8%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

I deceduti

Come detto, in Toscana si registrano 4 nuovi decessi: 1 uomo e 3 donne, con un’età media di 85 anni. Relativamente alla provincia di notifica, le persone decedute sono: 1 a Firenze, 2 a Massa-Carrara, 1 a Pisa. Sono 1.063 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 389 a Firenze, 48 a Prato, 80 a Pistoia, 158 a Massa -Carrara (più due deceduti a Parma e uno a Spezia), 135 a Lucca, 87 a Pisa, 59 a Livorno, 46 ad Arezzo, 30 a Siena, 23 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 28,5 x 100.000 residenti contro il 55,8 x 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (81,1 x 100.000), Firenze (38,5 x 100.000) e Lucca (34,8 x 100.000), il più basso a Grosseto (10,4 x 100.000). I dati riportati in questo comunicato sono stati elaborati dall'Agenzia regionale di sanità e dall'Unità di crisi Coronavirus

Il bollettino settimanale dell'Asl Nord Ovest

Oggi,  venerdì 5 giugno, è stato diramato anche l’aggiornamento settimanale sui casi di Coronavirus “Covid-19” sul territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest.

Nell’area vasta dell’Azienda USL Toscana nord ovest (che comprende anche l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana) nella settimana dal 29 maggio al 4 giugno 2020 si sono registrati 15 nuovi casi positivi, così suddivisi per Zona e per Comune di residenza.

Apuane: 4 - Comuni: Carrara 2, Massa 1, Montignoso 1; Lunigiana: 1 - Comuni: Fivizzano 1; Piana di Lucca: 2 - Comuni: Altopascio 1; Lucca 1; Valle del Serchio: 1 - Comuni: Pieve Fosciana 1; Zona Pisana: 3 - Comuni: Pisa 3; Alta Val di Cecina Val d'Era: 1 - Comuni: Peccioli 1; Zona Livornese: 2 - Comuni: Livorno 2; 1 caso da attribuire (altra Azienda, altra Regione o dati non disponibili).

Sul territorio dell’area vasta Toscana nord ovest dal 29 aprile a ieri (4 giugno 2020) sono stati effettuati nei quattro laboratori pubblici 4.783 nuovi tamponi per un totale (tra Aoup, Livorno, Lucca e Massa) di 88.171. 

Guarigioni.

Sul territorio dell’Asl Toscana nord ovest continua ad aumentare in maniera consistente il numero dei guariti: si sono registrate finora 2669 guarigioni virali (i cosiddetti “negativizzati”) e 1023 guarigioni cliniche e si è quindi arrivati ad un totale di 3692 guariti. Decessi 

Le zone più colpite, in coerenza e conseguenza ai territori più colpiti dal virus, sono state la Lunigiana (con 89 decessi, 71 per residenza), la Versilia (con 74 decessi, 75 per residenza) e le Apuane (69 decessi, 64 per residenza).

Ricoveri per Covid Per quanto riguarda i ricoveri per Covid-19, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 27, di cui 6 in Terapia intensiva.

La situazione dei positivi in RSA e RSD Dal costante monitoraggio su ospiti e operatori delle 119 RSA e RSD presenti sul territorio aziendale, emerge che sui 4573 ospiti sono stati effettuati 5565 tamponi e 3980 test sierologici: 37 sono attualmente i positivi (erano stati al massimo 345). I decessi sono stati in tutto 115. Sui 4761 operatori sono stati eseguiti 4917 tamponi e 4240 e i positivi oggi sono 58 (erano stati al massimo 129). Continua quindi ad aumentare, sia tra gli ospiti che tra il personale, il numero delle persone guarite.