Rischio contagio sul posto di lavoro: di chi è la colpa? Le risposte degli avvocati

Al lavoro con guanti e mascherine, in alto a destra l’avvocata Marta Marchetti e l’avvocata Michela Poletti

I legali della Cgil analizzano la questione dal punto di vista del lavoratore: se non c'è una ragionevole presunzione di aver contratto il virus durante l'attività lavorativa, sarà il dipendente a dover dimostrare le inadempienze dell’azienda. Ma potrebbe non bastare