Coronavirus, volontari in trincea: «Non possiamo neppure sorridere a chi soccorriamo»

Il racconto di Francesca Cariulo della Croce Rossa locale «I malati sono soli, i loro sguardi non li dimenticheremo»