«Mio padre è morto: non ci abbandonate»

Ottavio Lorieri aveva contratto il virus e da due settimane era a casa. «Qui ci sono le sue cose, non so cosa fare»