A Fontia: «Siamo scampati alla strage nazista ma non riusciamo a togliere le antenne»

Ennesimo appello del presidente della Pro Loco: «Chissà cosa direbbe Don Fazzi: ce ne sono troppe nella collina»