Medievalis sbanca Superate le 50mila presenze in città

PONTREMOLI. Cinquantasei mila visitatori in cinque giornate.

Una media di undicimila al giorno, con un picco, domenica scorsa, di quattordicimila. Numeri da capogiro, che fanno ben intendere il successo ottenuto dalla quindicesima edizione di Medievalis, organizzato, come ogni anno, dalla Compagnia del Piagnaro. La pioggia nulla ha potuto sul fascino esercitato dalla rievocazione storica, segnando un record di presenze distribuito su ognuna delle giornate. Non solo una conferma, quindi, ma un migliorare anno dopo anno l’offerta curandone i dettagli e garantendo la riuscita di una manifestazione in cui nulla è lasciato al caso.


C’erano i figuranti, i musici, trampolieri, streghe, eretici, fauno e addirittura un “olifante”, a percorrere in lungo e in largo l’intero centro storic di Pontremoli per tutte e cinque le giornate, meravigliando le migliaia di visitatori che non sono voluti mancare all’importante evento.

Medievalis si inserisce tra gli eventi più partecipati dell’intera Toscana, segnando un traguardo straordinario per l’intero territorio in cui è inserito.

Tutto esaurito per gli spettacoli che ogni sera si sono susseguiti nella splendida cornice di piazza del Duomo, al Castello del Piagnaro o nell’accampamento, posto sotto il medievale ponte della Cresa. Ambientazioni uniche che hanno reso indimenticabile la quindicesima edizione.

Un’edizione che, oltre a segnare la grande presenza di visitatori, ha rafforzato, se ancora ce ne fosse stato bisogno, la convinzione per cui Pontremoli risulta la culla perfetta per rievocazioni storiche e culturali, sempre attenta a donare l’atmosfera più adatta agli eventi che ospita e custodisce. «Ci è sembrato di vivere in una dimensione completamente fuori dal tempo»; «Spettacoli di alto spessore, attenzione ai dettagli, colori e figure che davvero ci hanno fatto pensare di essere tornati indietro di secoli». Solo alcuni dei commenti di visitatori entusiasti e affascinati da Medievalis e da Pontremoli, in tutta la sua ricchezza. —