Massa, deceduta la giovane madre di due figli colta da malore in mare martedì 13

L'ospedale Noa: la giovane madre era ricoverata in rianimazione da martedì 13 agosto, il 17 agosto il decesso

Aveva 38 anni, era ricoverata al Noa: ha donato organi e tessuti dopo l'accertamento della morte cerebrale. Il commosso ringraziamento dell'Asl

MASSA. E' deceduta oggi (17 agosto) la signora di Parma di 38 anni, di origini rumene, madre di due figli, che aveva avuto un malore in acqua martedì 13 scorso. Alle 17, come informa una nota dell'Asl, è terminato l’accertamento di morte celebrale e i medici del Noa, grazie alla generosità della giovane donna che già in vita aveva manifestato chiaramente, per iscritto la volontà di donare organi e tessuti, hanno potuto procedere all’espianto del cuore, fegato, reni, cute e cornee. "La direzione aziendale, porge le condoglianze ai parenti esprimendo loro gratitudine per la generosità dimostrata e ringrazia tutto il personale coinvolto nell’intervento, rianimatori, chirurghi, personale infermieristico e il coordinamento trapianti", scrive l'Asl.

 Il dramma era avvenuto al bagno dello stabilimento Torre Fiati, martedì 13  a mezzogiorno: la giovane madre era in compagnia dei due figli. Il primo ad intervenire era stato  un poliziotto; probabilmente aveva perso i sensi, ed era finita nell'acqua bassa della secchina. Poi, il ricovero in rianimazione. La famiglia era in vacanza in campeggio, il papà era atteso per il giorno successivo per le ferie.