La chaise longue in marmo della Sagevan fra le sette meraviglie della Toscana

Un successo a Firenze la creazione “Vellum” realizzata dalla designer Natascia Bascherini con Franco Gemignani

CARRARA. Una delle big del lapidoe apuano. La bellezza del marmo applicata al design ela sua funzionalità come elemento d’arredo. Tutto questo per entrare dalla porta di ingresso principale fra le sette meraviglie della Toscana.. Le "Sette Meraviglie della Toscana" è il titolo della mostra che caratterizza l’area della Polveriera della Fortezza da Basso in occasione della 83° edizione del MIDA di Firenze(apetta fino al primo maggio).

All'importante kermesse internazionale, quest'anno profondamente rinnovata rispetto alle precedenti edizioni, Sagevan sarà presente con alcune realizzazioni in marmo statuario che nascono dall'incontro della ricerca del design e del saper fare artigiano.


Le sette aziende selezionate, che rappresenteranno il meglio del saper fare toscano sono state scelte per la loro capacità, come spiegano gli organizzatori in un nota, di unire la conoscenza delle antiche tecniche di lavorazione ad elementi di design e artigianato contemporaneo. Gli oggetti che la Sagevan presenterà saranno i tavoli da té “Lapis” e le lampade “Marmaros” entrambe disegnate dalla designer Natascia Bascherini e le chaise longue in massello con struttura in ferro e basamento in teak “Vellum” disegnate da Franco Gemignani e Natascia Bascherini.

«Con i nostri oggetti vogliamo principalmente far conoscere alcune proprietà poco note del marmo – spiega Natascia Bascherini – se attraverso le lampade si può scoprire la sua incredibile trasparenza con le chaise lounge si ammirerà invece la sua inaspettata flessibilità...non solo, é anche molto divertente pensare di potersi rilassare e magari addormentare comodamente adagiati su un pezzo di marmo che magari siamo soliti immaginare scomodo, freddo e duro».

L impegno di Sageven nelmondo del Design non é una novità basti ricordare nel recente passato le collaborazioni con Alessi o la partecipazione a Maison Object di Parigi come le numerose presenze al Fuori Salone di Milano, un impegno che quest'anno si rinnova con la presenza dell'azienda apuana alla Kermess fiorentina che in questa edizione ( la 83esima ) ha deciso di alzare il livello qualitativo dei propri espositori cercando di avvicinarsi maggiormenti al modno dell'artigianato artistico dove a essere protagonisti sono i pezzi unici ed irripetibil frutto del lavoro manuale di artigiani esperti.

Gli oggetti esposti da Sagevan hanno nel giorno dell'apertura conquistato immediatamente l'attenzione dei giornalisti presenti basti pensare che si sono conquistati un passaggio nell'edizione serale del Tg5, che ha valso una bella citazione alla nostra città, e numerossisimi sono stati gli invitati a voler sdraiarsi sulle Chaise Longue, come il sindaco di Firenze Dario Nardella o il critico d'arte Jean Blacheart, ma anche tanti semplici visitatori che non hanno resitito ed hanno voluto provare l'irripetibile occasione di provare la morbidezza di una seduta di marmo senza correre il rischi di impolverarsi.

Oltre a Sagevan a rappresentare la Toscana nello spazio della Polverirera sono state chiamate: : le Manifatture del Sigaro Toscano, la Fonderia d’Arte Massimo Del Chiaro, Alab’Arte, le Coltellerie Berti, Giusto Manetti Battiloro e le ceramiche di Montelupo.