Il racconto di Thomas e un grande grazie a chi dà un aiuto

MASSAThomas Yeboah ha 20 anni: è nato in Ghana e da due anni e qualche mese vive in Italia. Due anni che gli permettono di capire la lingua, ma non gli consentono ancora di parlare con sicurezza.Racco...

MASSA

Thomas Yeboah ha 20 anni: è nato in Ghana e da due anni e qualche mese vive in Italia. Due anni che gli permettono di capire la lingua, ma non gli consentono ancora di parlare con sicurezza.


Racconta poco di sè, ma quello che conta lo dice eccome: «Nel mio paese c’erano problemi economici e ho sempre sognato di venire in Italia». Arriva che è giovanissimo e alle spalle ha gli studi da muratore: «Nel mio paese ho studiato per imparare a fare il muratore». Per questo il progetto che gli ha consentito di ristrutturare la chiesa di Argigliano per lui è un’occasione da non perdere: «Abbiamo fatto gli scavi e realizzato la pavimentazione. Ora stiamo facendo altri lavori». Ieri pomeriggio Thomas è con il geometra Umberto Frassinelli per realizzare interventi in un immobile di proprietà della Caritas diocesana di La Spezia.

Don Luca Palei quei ragazzi li conosce bene ed è lui ad aiutarli ad esprimersi: «Il restauro - spiega il sacerdote - è stato il loro modo di ringraziare per l’aiuto che ricevono dalla comunità. È stato un’occasione per mettersi in gioco e per contribuire alla integrazione».

Partendo da un paesino e da una antica chiesa. —